Torino, droga nelle buche e tombini del Parco Valentino: 16 arresti

101

Il Parco del Valentino era diventato un “campo da golf dello spaccio”: le ultime da Torino

Uno dei polmoni verdi di Torino è senza ombra di dubbio il Parco del Valentino: ogni anno migliaia di cittadini sabaudi si ritrovano lì per passare una giornata a prendere il sole, oppure una serata un po’ più trasgressiva nei noti locali disseminati all’interno.

Da qualche tempo però l’aria si stava facendo un po’ troppo pesante, e anche in pieno giorno si poteva assistere alla stessa scena: decine di immigrati che spacciano alla luce del sole. Purtroppo questi ragazzi, che come tanti non riescono a trovare lavoro e magari sono in Italia da pochi mesi, sono tra i primi a finire nelle mani della criminalità organizzata.

Di domenica pomeriggio perciò puoi trovarti tranquillamente i vari pusher che ti chiedono se “hai bisogno” o frasi simili. Ieri però le Forze dell’Ordine sono intervenute: infatti c’è stato un vero e proprio blitz antidroga che ha coinvolto ben sedici persone, tutte arrestate per spaccio.

Come riferito dai carabinieri, il Parco era diventato un “campo da golf della cannabis”: c’erano decine di buche piene di hashish, marijuana, cocaina ed eroina (ne sono state sequestrate mille dosi). La droga era nascosta un po’ ovunque, addirittura sui binari del tram.

Ed è proprio tramite uno di questi mezzi di trasporto che i carabinieri sono arrivati sul posto: fingendosi pendolari, i carabinieri sono intervenuti e hanno così colto di sorpresa gli spacciatori. Le indagini erano iniziate esattamente un anno fa: di concerto allo spaccio si era costituita una vera e propria microeconomia illegale supportata anche da altre attività.