Prezzo Bitcoin a 11.000 $: ma la BoE avverte della bolla

0
20

Il valore di Bitcoin ha superato il record di 11.000 dollari oggi, a conclusione di un anno in forte ascesa. Sir Jon Cunliffe, deputato alla stabilità finanziaria della Banca d’Inghilterra, ha affermato che quando i prezzi crescono così velocemente gli investitori dovrebbero riflettere attentamente.

Ma, ha aggiunto, la crescita dei Bitcoin non è abbastanza grande da turbare l’economia. A differenza delle valute tradizionali, questa cripto non viene emessa da una banca centrale, né da un governo.

Oggi il Bitcoin ha toccato un massimo di $ 11.377 su uno degli scambi principali, con un aumento di oltre il 1.000% dall’inizio dell’anno. La valuta digitale, che funziona come i token virtuali, ha subito oscillazioni vertiginose da quando è stata lanciata nel 2009.

I critici hanno detto che sta attraversando una bolla simile al boom delle dot com, mentre altri dicono che sta aumentando di prezzo perché sta diventando fondamentale a livello finanziario.

Alla domanda sull’impennata, Sir Jon ha detto alla BBC che bisogna essere chiari: questa non è una valuta ufficiale, non c’è una banca centrale alle spalle, nessun governo dietro. Si tratta più di una merce che di una vera e propria valuta.

I bitcoin vengono creati attraverso un processo complesso noto come mining, quindi monitorati da una rete di computer in tutto il mondo. Un flusso costante di circa 3.600 nuovi bitcoin viene creato un giorno, con circa 16,5 milioni di BTC in circolazione oggi, su un limite massimo di 21 milioni.

Nonostante l’aumento dei prezzi, Sir Jon ha affermato che i Bitcoin non è una misura che possa rappresentare una minaccia per la stabilità finanziaria.

Oltre a questo, l’Autorità di condotta finanziaria del Regno Unito ha avvertito gli investitori che a settembre potrebbero perdere tutti i loro soldi se comprassero le valute digitali emesse da società, note come “ICO”.