Salute

Rifinire la barba in 10 semplici passaggi senza rossori e graffi

Le barbe curate: sagomate, delineate e rasate a dovere fanno sempre la loro sporca e decorosa figura. Questo perché l’uomo ha sempre più l’esigenza in maniera spontanea ed impellente di rifinire la barba. 

Bisogna sempre partire da basette e pizzetto, in tal modo è possibile avere una barba che parte già con dei dettagli e delle rifiniture curate, che difficilmente ritroviamo in tutti gli uomini. 

Non vorrai essere uno di quegli uomini che evitano di sagomare o di stirare la propria barba solo perché questo porta via tempo e fatica?!? Non credo proprio, e se ti dicessi che una donna nota davvero tanto quanto ci tieni alla cura della tua barba e delle tua persona, pensi che sarebbe sufficiente a farti cambiare idea?

Io suppongo proprio di sì, e te ne renderai conto dopo aver letto come rifinire la barba in 10 semplici passaggi senza il benché minimo arrossamento. 

Una semplice premessa: radersi di mattina evita cute infiammata e possibilità di taglietti sparsi sul viso, questo perché a prima mattina, dopo il sonno ristoratore, la pelle è rilassata e stesa al massimo della sua potenzialità.

Rifinire la barba in 10 semplici step

  1. Il primo passaggio è dedicato all’apertura dei pori, all’interno dei quali si trovano i peli. Se hai una pelle delicata e sensibile, che al minimo contatto con il rasoio multilama o shavette si irrita, allora utilizza un gel da barba o una crema pre-barba, in modo da rendere il pelo fluido e scivoloso, più facilmente asportabile tramite l’azione tagliente del rasoio o del rasoio elettrico. Molti barbieri tradizionali, quelli di vecchio corso utilizzano semplicemente il pennello da barba imbevuto d’acqua calda, passandolo semplicemente sul viso prima di insaponare. E’ un buon metodo ma solo per pelli normali o non sensibilizzate. 
  2. Il secondo step è invece quello di utilizzare un panno caldo, come da tradizionale della rasatura americana, in modo da terminare l’azione previamente attuata dal pre-barba di apertura dei pori. Il vapore acqueo apportato dal panno va a rendere il pelo morbido e levigato, il quale sarà un gioco da ragazzi rimuovere. Lascia il panno caldo per circa 2 minuti sul viso, in modo che i pori della cute vedano i dotti pilosebacei e in generale il follicolo pilifero riempirsi di acqua, ammorbidendosi in maniera corretta. 
  3. Adesso è il momento di lavare via il misto di acqua e gel pre-rasatura, così da mantenere la pelle pulita, impedendo che si secchi per via dello sbalzo termico dal panno caldo alla temperatura circostante. E’ in questo momento che la pelle si è distesa e rilassata quasi in maniera completa.
  4. Puoi nuovamente riapplicare la crema pre-rasatura ed ammorbidire ulteriormente la pelle, oltre che assicurarti di ammorbidire bene la pelle, affinché non si verifichi lo scomodo prurito da barba incolta
  5. Giunti a questo punto ci sono due opzioni valide ed altrettanto opinabili, a seconda di esperienza e modalità di insaponatura preferita: puoi utilizzare un semplice gel da rasatura per ottenere delle barbe lunghe curate, oppure insaponare a mo’ di barba da radere a zero, ma solo nelle zone da delimitare col rasoio. A te la scelta: io preferisco usare un gel da barba trasparente, comodo, veloce e facile da applicare, inoltre ti consente di avere una visione chiara su cosa radere e cosa lasciare invece crescere.
  6. Una volta definite le basette, preoccupati di sfumare la barba delle guance, in quanto molte persone tendono a lasciare, un po’ per inesperienza, un po’ per dimenticanza, più lunga e tremenda da guardare. 
  7. Dopo aver delineato i contorni della barba è il momento di asciugare gli eccessi di gel pre-rasatura e procedere con il trimming della barba, accorciandola con la macchinetta regolabarba. Esistono tantissimi stili di barba dai quali prendere spunto, uno di questi è la barba sfumata a punta, o, se non ti convince c’è quella sfumata in maniera squadrata, con una forma più ammorbidita e meno allungata. 
  8. Rimuovi con un pennellino in setole gli eccessivi di peli, e rimuovi gli ultimi eccessi di acqua e peli dal tuo viso, aiutandoti con un asciugamano in microfibra delicato. 
  9. E’ giunto il momento di applicare l’ultimo panno caldo di questo step-by-step per ottenere una barba rifinita, lascia anche questo per circa 1 minuto e mezzo-2 in modo che la pelle sia ben ricompattata e si ristabilisca. Modellare una barba lunga può essere un procedimento lungo e non semplice, ricorda che sono sempre ben accettati consigli sullo stile di barba che andrai a realizzare, specialmente se a dispensarli sono il tuo barbiere di fiducia o la tua ragazza.
  10. Dopo il panno caldo è il momento di risciacquare il viso, con acqua rigorosamente fredda, anche se è inverno, questa andrà a chiudere i pori ed a mitigare eventuali arrossamenti o pizzicori della lametta da barba. Una volta finito il trattamento ed ottenuto il modello di barba desiderato, potrai stendere sul viso una delicata crema dopobarba o un dopobarba alcolico. 

Puoi applicare infine una crema a base di calendula o di camomilla per viso e mani, in modo tale da porre fine a casi di prurito da barba lunga post-rasatura. 

 

Related posts

Coronavirus, cosa dicono le curve? Ecco il dettaglio del 26 Marzo 2020

Ago Cirianni

Il digiuno intermittente fa bene alla salute? Ecco tutta la verità

Dani

Dimagrire con la regola del 21/90: funziona veramente?

Beatrice Verga