Sanremo, ecco perché Achille Lauro si è spogliato

Lauro de Marins, in arte Achille Lauro, giovane rapper italiano, si è esibito sul palco di Sanremo, il Teatro dell’Ariston, portando la canzone, intitolata “Me ne frego”. In gara al Festival 2020, si è esibito, come l’anno scorso, in una performance, una vera rappresentazione teatrale, con la collaborazione del direttore di Gucci, che ha fatto tanto scalpore e discussione.

Sul profilo Instagram ha affermato di interpretare, la famosa scena di San Francesco d’Assisi, attribuita a Giotto, quando il Santo si è spogliato dei suoi abiti e dei beni materiali per intraprendere una nuova vita religiosa e solidale, ovvero il momento più rivoluzionario della sua storia.

Mentre cantava, senza scarpe, si è spogliato del mantello di velluto nero con decorazioni dorate che indossava, ed è rimasto con un body a shorts, color nude, glitterato.

A spiegare il significato di quanto è accaduto, in prima serata, è stato lui stesso, ha voluto rendere omaggio alla figura di un uomo così iconico ed inviare un messaggio universale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.