Salute

Cosa succede a chi mangia sedano crudo? Ecco la risposta

Il sedano è un ortaggio molto conosciuto, quasi simbolo delle diete. Ma è corretto consumarlo senza provvedere alla sua cottura. Cosa succede a chi mangia sedano crudo? Ecco la risposta a questa interessante domanda.

Il sedano

Il sedano è un ortaggio molto conosciuto e che vediamo spesso sulla tavola. Le sue foglie hanno un colore verde scuro e il gambo chiaro è molto carnoso. Dal punto di vista nutrizionale il sedano si presenta come una verdura ipocalorica e adatta ad essere inserita all’interno di un piano alimentare controllato e rivolto alla riduzione del peso corporeo. Il sedano ha un basso potere energetico, è ricco di fibre, di importanti sali minerali come il potassio, il fosforo, il magnesio e il calcio, di vitamine A, C, del gruppo B, E e K.

Il sedano è ricco di importanti sostanze antiossidanti che aiutano l’organismo a contrastare la pericolosa azione dei radicali liberi, i maggiori responsabili dell’invecchiamento e della moltiplicazione cellulare anomala, responsabile delle formazioni tumorali. Il sedano ha proprietà diuretiche, depurative e carminative, contrasta la rietnzione idrica ed è utile contro il catarro e la bronchite. Il sedano aiuta a contrastare i sintomi del meteorismo e la costipazione, abbassa il colesterolo cattivo, regola la pressione sanguigna, stimola la digestione, contrasta i reumatismi e l’insufficienza epatica.

In cucina il sedano può essere utilizzato in molti modi: cotto nel brodo con altre verdure, come contorno a secondi di carne ma anche per primi piatti, nell’insalata con le noci. Con il sedano si possono preparare tisane e infusi depurativi per i reni e il fegato. Il sedano si può mangiare sia cotto che crudo. Ma il secondo caso è corretto? Cosa succede a chi mangia sedano crudo? Ecco la risposta.

Mangiare sedano crudo

Mangiare sedano crudo fa bene, non ci sono dubbi. Il modo migliore di appropriarsi dei benefici apportati dal contenuto nutrizionale degli ortaggi è proprio quello di consumarli crudi. Certo questo va fatto con i dovuti accorgimenti ovvero quelli di lavare bene la verdura sotto un getto di acqua fredda corrente per eliminare eventuali residui di terra dai sedani. Mangiare il sedano crudo permette al corpo di appropriarsi al meglio di tutte le sostanze nutritive e dei benefici che abbiamo appena elencato nel paragrafo precedente di questo articolo. Con la cottura andremo ad esempio a perdere buona parte del contenuto vitaminico del sedano. Mangiandolo crudo questo non succede.

Mangiare sedano crudo fa bene ma bisogna ricordare una cosa importante: il sedano ha un basso contenuto energetico, lo abbiamo detto nelle prime righe di questo articolo. Per questo motivo è consigliato mangiarlo in abbinamento ad altri alimenti. Essendo costituito principalmente da acqua, il sedano sazia in via momentanea e in più non apporta né carboidrati né proteine. Di conseguenza il senso di sazietà sarà momentaneo e poco duraturo per cui mangiando solo sedano si avrà presto di nuovo fame con il rischio di compromettere i sacrifici della dieta inducendo in spuntini pericolosi per la linea.

Related posts

Mangiare la buccia della frutta: cosa succede al nostro corpo?

Federico Curcio

Gli orecchioni:la sintomatologia regredisce nell’arco di una settimana!

Francesca Ricci

La mortadella è un insaccato? La verità sconvolge tutti

Federico Curcio