Sta pescando, spunta un orso. Che gli ruba la preda e scappa

0
78
Dominant European brown bear, or “alpha bear, (Ursus arctos), in the karst forest, Notranjska, Slovenia

La faccenda, alla fine, si è conclusa con una sonora risata. Ma l’incontro ravvicinato con un orso bruno è stato, di sicuro, sorprendente per un uomo intento a pescare del salmone rosso in Alaska.


Talky Music è un sito web di informazione inserito in Google News con notizie aggiornate 24 ore su 24

E così quella che doveva essere una innocua giornata di relax, trascorsa a cercare di tirare su la cena o il pranzo per il giorno dopo, si è trasformata in un evento memorabile, grazie anche al fatto che la scena è stata ripresa, condivisa sul web e l’uomo e l’orso hanno così avuto il loro momento di fama.

“Ero a pesca di salmone rosso nella remota Alaska. Un orso bruno ha preso la mia preda. Nessuno, però, si è fatto male”, ha raccontato il protagonista del filmato.

Lo scatto da Lupin dell’orso

Nel video, diffuso dall’agenzia Reuters e ripreso da diverse testate, si vede chiaramente il pescatore che cerca di rimanere fermo per non spaventare l’animale e non suscitare in lui reazioni di difesa. Ma l’orso sembra interessato, più che a lui, proprio al pesce che sta cercando di tirare su. E con un guizzo degno di Lupin afferra il salmone rosso e scappa via.

E al pescatore non rimane altro da fare se non mettersi a ridere. Probabilmente anche di sollievo per il pericolo scampato. L’incontro ravvicinato con un orso non è certo cosa di tutti i giorni e non è detto che vada sempre bene.

Fortunatamente, l’orso, buongustaio, si è accontentato del salmone e così il pescatore può raccontare la vicenda, pur con il dispiacere – del tutto rimediabile, in verità – di essere stato derubato e di non essere riuscito a portare a casa l’agognata preda. C’è da chiedersi se tornerà in Alaska con lo stesso intento.

Incontri ravvicinati in Trentino

In questa estate 2020, le cronache riferiscono di altri incontri ravvicinati con orsi. In Trentino, a fine maggio, un esemplare è stato avvistato da alcuni automobilisti in Val di Non, indeciso se saltare giù dal terrazzamento verso la strada o se cambiare percorso. Solo pochi giorni prima un dodicenne aveva avuto un incontro ravvicinato con un orso alle pendici del Brenta mentre era intento a raccogliere gemme di pino mugo. Incredibile il suo sangue freddo: il ragazzino si è allontanato lentamente, senza correre. Questo, probabilmente, lo ha salvato. A giugno, padre e figlio sono stati, invece, aggrediti da un orso sul Peller, sempre in Trentino, riportando delle ferite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here