Salute

Cosa succede a chi mette il sale nello shampoo?

Quello che più comunemente viene indicato come sale da cucina è anche identificabile come cloruro di sodio. In genere viene utilizzato a scopo alimentare per dare più sapore a molti tipi di pietanze. Ma si rivela un valido aiuto anche per altri scopi. Tra i suoi vari usi alternativi, degno di nota è sicuramente il fatto che può essere aggiunto allo shampoo per godere dei suoi straordinari effetti benefici per i capelli: maggiori informazioni su questo argomento nel corso del presente articolo.

Come evidenziato poc’anzi, oltre che per dare più sapore ai cibi (compito in cui è formidabile), il sale da cucina si può utilizzare anche per altre tipologie d’impieghi. Ad esempio può:

  • Rimuovere le macchie nei vari angoli della casa;
  • Assorbire l’umidità, specialmente per quanto riguarda il sale grosso;
  • Eliminare gli odori causati dalla muffa;
  • Tenere le formiche distanti;
  • Essere usato per un efficace scrub per il corpo.

Inoltre, il sale può essere adoperato come ingrediente aggiuntivo di uno shampoo per avere capelli più belli e in salute.

Cosa contiene il sale

In 100 grammi di sale sono presenti varie sostanze, nelle seguenti quantità:

  • 0,20 grammi di acqua
  • 38758 mg di sodio
  • 24 mg di calcio
  • 8 mg di potassio
  • 1 mg di magnesio
  • 0,33 mg di ferro
  • 0,1 mg di zinco.

Proprio per via di quello che il sale contiene, è possibile adoperarlo anche per migliorare la condizione dei capelli di molti di noi.

Sale nello shampoo: i benefici

Ecco di seguito indicati i vari benefit che il sale marino da cucina offre, a lungo andare, se lo si inserisce nello shampoo utilizzato di solito:

  • Contrasta i capelli grassi, eliminando quella sorta di olio dai capelli che li rende tali;
  • Elimina la forfora, e aiuta a prevenirne la ricomparsa;
  • Aiuta ad aumentare la crescita dei capelli e contribuisce a prevenirne la caduta temporanea.

Nel prossimo paragrafo spieghiamo in che quantità usare il sale, e come applicarlo assieme allo shampoo.

Sale nello shampoo: ecco come procedere

Aggiungere il sale nello shampoo è piuttosto semplice. Ecco come fare:

  1. Aprire il contenitore dello shampoo;
  2. Aggiungere 2-3 cucchiai di sale fino, e mescolare;
  3. Chiudere il contenitore dello shampoo.

Il procedimento da seguire per ricevere i diversi benefit (che sono stati indicati nel paragrafo precedente) è altrettanto facile: basta usare lo shampoo come si fa di solito. Ma attenzione: per quanto riguarda la ricrescita dei capelli, occorre massaggiare lo shampoo con sale sul cuoio capelluto per 10-15 minuti.

Specifichiamo che il sale non può fare miracoli, dal punto di vista della ricrescita: non risolve i problemi di calvizia. Però è utile nel caso di perdita di capelli temporanea, dovuta a vari fattori come stress, cattiva alimentazione, cambio di stagioni, ecc.

Il sale nello shampoo ha delle controindicazioni?

Si consiglia di lavarsi i capelli con shampoo e sale al massimo per 2 volte a settimana, per non rischiare di renderli secchi e sfibrati.

Durante l’estate, sempre per lo stesso motivo, è consigliabile evitare del tutto di usare il sale nel normale lavaggio. O in alternativa, di utilizzarlo una sola volta a settimana e vedere come reagiscono i capelli.

Related posts

Mangiare tre noci al giorno: le conseguenze sono incredibili!

Dani

Consigli utili per prevenire l’alito cattivo

Francesca Ricci

La cicoria contiene nichel? La risposta sorprendente

Beatrice Verga