Salute

Attenzione a questi cibi che danno acidità: ecco i più pericolosi

L’acidità di stomaco è un dolore spiacevole, e condiziona in negativo la giornata di chi ne soffre. Se si tratta di un problema che sorge solo in maniera occasionale, è molto più semplice individuarne le cause: potrebbe trattarsi di pasti eccessivamente abbondanti, del consumo di alimenti difficili da digerire, di situazioni stressanti, di eccessiva assunzione di bevande alcoliche, ecc. Se si verifica di frequente potrebbe essere una conseguenza della malattia da reflusso gastroesofageo. Inoltre, la sensazione di acidita allo stomaco si manifesta spesso anche nelle persone con turbe caratteriali o particolarmente ansiose. Ci sono anche degli alimenti in particolare che se consumati possono dare acidità: li indichiamo nel corso di questo articolo.

Il bruciore di stomaco si contraddistingue, in tutti i casi per cui viene originato, per una sensazione di dolore molto forte e di calore. Tutti gli espisodi di bruciori di stomaco vengono aggravati dalla condizione di acidità gastrica.

Spesso si tratta di un disturbo localizzato, e in casi del genere è dovuto dal manifestarsi di una condizione detta pirosi.

Se l’acidità e il bruciore di stomaco sono dovuti dalla presenza di ulcera o gastrite, è più probabile che si manifestino a stomaco vuoto.

Se invece sono dei sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo possono apprire dopo i pasti, ma anche nel corso della notte, e sono spesso accompagnati da una sensazione di rigurgido acido.

E’ possibile intervenire per attenuare o evitare il manifestarsi del bruciore di stomaco? In molti casi per fortuna sì. Ad esempio, evitando di mangiare cibi che danno acidità, o farlo più di rado rispetto ad altri alimenti. Ma anche mangiando cibi che invece aiutano ad attenuare o prevenire tale fastidio, e prendendo altri tipi di accorgimenti che indichiamo nelle righe successive.

I cibi che danno acidità

Di seguito elenchiamo alcuni cibi che vengono consumati spesso, ma che potrebbero incentivare o provocare l’acidità di stomaco:

  • Cipolla
  • Aglio
  • Agrumi
  • Peperoncino e tutti i cibi piccanti
  • Peperone
  • Pizza
  • Pomodoro crudo
  • Bibite gassate
  • Vino
  • Caffé.

Inoltre, anche masticare chewing gum può essere la causa di tale disturbo.

Suggerimenti per prevenire l’acidità di stomaco

Il bruciore di stomaco, soprattutto se si manifesta solo occasionalmente, può essere prevenuto seguendo questi suggerimenti:

  • Evitare un eccessivo consumo degli alimenti indicati in precedenza.
  • Quando è il momento di mangiare, masticare con lentezza.
  • Frazionare l’alimentazione quotidiana in 4-5 piccoli pasti, evitando le grandi abbuffate.
  • Evitare di fare sforzi o di coricarsi a stomaco pieno.
  • Smettere di fumare.
  • Evitare o limitare il consumo di bevande alcoliche.
  • Pedere i chili di troppo.
  • Assumere con molta frequenza gli alimenti indicati nel prossimo paragrafo.

Gli alimenti per prevenire o attenuare l’acidità di stomaco

Di seguito indichiamo i cibi più adatti per la prevenizione o comunque il contrasto del bruciore di stomaco:

  • Pesce
  • Carote
  • Pollo
  • Finocchio
  • Riso
  • Lattuga
  • Mele
  • Sedano
  • Zucchine
  • Pasta (penne, spaghetti, fusilli, ecc.)
  • Pere.

Inoltre, per evitare o attenuare il bruciore, conviene assumere molte verdure (tranne pomodori e peperoni) e cibi integrali e quelli ricchi di fibre.

Infine, vale la pena evidenziare i risultati di uno studio condotto in Italia, secondo cui nel contesto di una dieta di tipo meditteraneo, sarebbemeglio preferire i cibi di origine vegetale a quelli di origine animale al fine di ridurre gli episodi di reflusso acido e di bruciore di stomaco dopo i pasti.

Related posts

Capelli fragili: il rimedio della nonna per rinforzarli

Dani

Mangiare due carote al giorno: cosa può accadere?

Dani

Proteggi i tuoi capelli con questo frutto: ecco quale

Federico Curcio