Salute

Cosa succede ai polmoni quando smetti di fumare? La risposta è incredibile

Il fumo è davvero un brutto vizio con conseguenze negative per il nostro stato di salute. Quando si inizia e si protrae il fumare per tanto tempo, smettere è difficile ma se si riesce si hanno solo vantaggi. Cosa succede ai polmoni quando smetti di fumare? La risposta è incredibile.

Smettere di fumare: cosa succede ai polmoni

Dopo tanti anni passati con lo status di accaniti fumatori, riusciamo a smettere di fumare. Cosa succede in questo caso? Succede che le cellule rimaste sane appartenenti all’epitelio bronchiale riescono a neutralizzare le eventuali cellule maligne presenti, quelle alla base di una possibile formazione tumorale ai polmoni.  E così, in maniera del tutto incredibile, i polmoni si rigenerano dopo anni di sigarette. E questa condizione porta benefici in qualsiasi momento si smetta di fumare. Sì perché non è mai troppo tardi per farlo e i risultati sono incredibili a ogni età. Smettere di fumare, anche dopo tantissimi anni passati a fare i fumatori impassibili e temerari del pericolo causato dalle sigarette, riduce in ogni caso il rischio di ammalarsi di tumore ai polmoni.

Non fumare più può produrre incredibili effetti sia nel breve che nel lungo periodo. Poniamo il caso di smettere di fumare in tarda età, a 50 anni: in questo caso si dimezzeranno le probabilità di morte per i prossimi 30 anni. Smettere di fumare favorisce una serie di miglioramenti per la salute dell’organismo. La  circolazione migliora insieme alla capacità respiratoria, la qualità della vita volge al meglio e tutto ciò fa bene anche ha chi ha già un’età avanzata.

Come fare per non fumare più

Abbiamo capito cosa succede ai polmoni quando smetti di fumare. I vantaggi sono incredibili, le possibilità di ammalarsi di tumore si riducono notevolmente anche per chi smette in tarda età. Certo però che smettere di fumare non è così facile e i fumatori lo sanno bene. Come fare per non fumare più? Il mercato odierno ci offre davvero un sacco di soluzioni: dai cerotti alla nicotina alle sigarette di cioccolato. Certo forse il fai da te, il scegliere a caso per tentativi e d errori può non aiutarci.

La soluzione migliore sarebbe rivolgersi a un centro antifumo, un istituto specializzato nell’assistenza ai fumatori che vogliono farla finita con il vizio. Nel centro antifumo saranno presenti dei medici specialisti che come prima cosa si occuperanno di tracciare un preciso profilo specifico del fumatore sulla base di fattori anagrafici e comportamentali in merito al fumare. Raccolti i dati, i medici stileranno un programma adatto alla persona compreso di metodo adatto a lui per smettere di fumare e strategie affini. Potranno quindi consigliare terapie sostitutive della nicotina come il mangiare un particolare tipo di caramelle o chewing gum, l’utilizzo di inalatori o l’applicazione di cerotti. Nei casi più difficili si prenderà in considerazione una terapia farmacologica.

 

Related posts

Pappa reale: un perfetto integratore!

Francesca Ricci

Lavare il pollo è corretto? Ecco la verità

Beatrice Verga

Come scegliere una scarpa per camminare bene: ecco il metodo

Beatrice Verga