Il Giornale del Buongiorno
Salute

Il kiwi può sostituire le medicine? Ecco in quali casi

Sapevate che esiste un frutto, che da solo, potrebbe essere considerato come il migliore difensore del nostro organismo? Stiamo proprio parlando di un frutto così benefico da essere in grado di poter sostituire l’intero cassetto delle medicine, questo frutto è proprio il kiwi. Si tratta di una tipologia di frutta originaria dell’emisfero australe, che circa trenta anni fa è stato importato e coltivato con ottimi risultati anche in Italia. Il kiwi è ricchissimo di vitamine e di fibre, questo frutto, selvatico di aspetto, ma nobile di contenuto, è un alleato fondamentale contro ogni male. Ma è vero che il kiwi è in grado di sostituire le medicine? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Il kiwi è in grado di contrastare la stitichezza

Quando il kiwi apparì per la prima volta nel nostro Paese, venne immediatamente additato come frutto benefico anti-stitichezza. Grazie al suo alto contenuto di fibre, infatti, il kiwi è adatto a combattere la stipsi. Favorendo in questo modo il transito intestinale. Mangiare ogni giorno circa un paio di kiwi, consente di regolare la funzione di espulsione delle feci. Quindi, grazie al kiwi si può dire addio alle purghe e ai lassativi.

Il kiwi protegge la vista

Chi è costretto a lavorare per molte ore davanti al computer, dovrebbe prendere la buona abitudine di consumare dei kiwi. Questo frutto, così come le carote, contiene la luteina, una sostanza in grado di prevenire le malattie oculari. Inoltre, considerato il fatto che il kiwi è ricco di antiossidanti, costituisce una vera e propria barriera immunitaria, in grado di proteggere la vista nella sua funzione basilare.

Il kiwi è molto ricco di vitamine

Specialmente in inverno si potrebbe decidere seriamente di sostituire il cassetto delle medicine con i kiwi. Considerato che all’interno dei kiwi è presente più del doppio della vitamina C degli agrumi, consente al nostro corpo di creare le difese immunitarie contro i malanni di stagione: influenza, raffreddore, tosse e mal di gola. Inoltre è anche ricco di vitamine B ed E, in grado di combattere i radicali liberi e garantire la funzione antiossidante. Il kiwi è quindi in grado di prevenire l’invecchiamento cellulare e le malattie degenerative come L’Alzheimer e il Parkinson. All’interno dei kiwi sono anche presenti importanti dosi sali minerali come il magnesio, il potassio e il rame, elementi fondamentali per mantenere il tono muscolare prima e dopo le prestazioni sportive. Questi minerali sono in grado di donare equilibrio anche al sistema nervoso e permettere il recupero mentale causato da stress e fatica.

Related posts

Abbassare il colesterolo velocemente: tre rimedi naturali

Dani

Mangiare ceci poco cotti: cosa succede al nostro corpo?

Beatrice Verga

Cosa si può mangiare nella dieta dei cereali?

Francesca Ricci