Salute

Nove cucchiai di miele a settimana: ecco cosa accade al nostro corpo

Il miele è un prodotto ottenuto dalla trasformazione del nettare e delle secrezioni di alcuni insetti e dalla melata, per mezzo delle api. Il miele viene estratto per mezzo di un processo chiamato centrifugazione. Il miele, poi, viene fatto decantare all’interno di dei contenitori appositi prima di essere trasferito in vasetti di vetro, pronti per essere venduti. Questi sono uniche fasi del processo di produzione del miele, molto apprezzato sia da adulti che bambini per la sua dolcezza. Ma cosa succede se si mangiano nove cucchiai di miele a settimana? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Proprietà del miele

Il miele è un prodotto naturale, che dovremmo imparare a consumare tutti con maggiore frequenza e specialmente come sostituto di altri dolcificanti come lo zucchero. Si tratta di un prodotto molto energetico. L’energia apportata è dovuta al fatto che il miele è composto solamente da zuccheri semplici, in particolar modo dal fruttosio e dal glucosio. Il miele, oltretutto, è molto semplice da digerire, oltretutto è ricco numerosi nutrienti e principi attivi, di conseguenza apporta molti benefici al nostro organismo. Oltre ad apportare elevati dosi di zucchero, possiede anche diversi enzimi, vitamine e sali minerali. Nei supermercati è possibile trovare diverse tipologie di miele. Esse si distinguono tra loro in base al colore, all’aroma, alla preparazione, al gusto, e anche in base alla zona di produzione. Ci sono delle tipologie di miele che hanno un sapore molto particolare, per cui potrebbero non piacere a tutti, in questi casi meglio preferire un miele più delicato e meno aromatico. Tra le varie tipologie esistono:

  • Miele di tiglio: ottimo per combattere problemi di nervosismo e insonnia
  • Miele di agrumi: con proprietà antispasmodiche e sedative
  • Miele di rosmarino: ideale se si soffre di insufficienze epatiche
  • Miele di castagno: con proprietà ricostituenti e rimineralizzanti

Un’altra caratteristica del miele è la lunga conservazione. Il miele può essere conservato anche per molti anni e senza avere segni di alterazione che possano causare effetti negativi sulla nostra salute. Sarebbe meglio conservarli in un luogo asciutto, lontano da fonti di calore possibilmente non in frigorifero.

Cosa accade se si mangiano nove cucchiai di miele a settimana?

Mangiare nove cucchiai di miele a settimana apporta numerosi benefici al nostro organismo, naturalmente, l’aspetto fondamentale è non farne un abuso, poiché potrebbe comportare delle controindicazioni. Di seguito adesso andremo a stilare un elenco con i benefici che il miele apporta se ne mangiassimo 9 cucchiai a settimana:

  • Il miele svolge un’azione decongestionante
  • Il miele svolge un’azione calmante della tosse
  • Il miele determina un aumento della potenza fisica e della resistenza
  • Il miele favorisce la salute del cuore
  • Il miele svolge un’azione protettiva, disintossicante, stimolante e regolatrice
  • Il miele svolge un’azione diuretica
  • Il miele svolge un’azione antianemica
  • Il miele aiuta a fissare il calcio e il magnesio

Il miele è un prodotto molto versatile che può essere impiegato in svariati modi, per esempio lo si può utilizzare all’interno delle bevande calde come sostituto dello zucchero, lo si può usare per la realizzazione di dolci, infine lo si può aggiungere anche allo yogurt e a tantissime altre ricette.

Related posts

Proprietà delle noci: grassi buoni e antiossidanti

Francesca Ricci

Il pescespada contiene mercurio? Attenzione alla risposta

Federico Curcio

Perchè mettere il sale nello shampoo? Ecco la verità

Federico Curcio