Cultura Generale

Qual è il segreto delle coppie felici?

Esistono coppie che nonostante stiano insieme da tanti anni, dimostrano tanto affiatamento quasi come se stessero insieme da poco. Qual è il segreto di queste coppie felici? Ti sei mai posto questa domanda? Ovviamente non esistono rapporti di coppia perfetti dove non si litiga mai e mai si hanno dei momenti di crisi, ma è pure vero che può capitare di incontrare coppie che sembrano avvolte da un’aura magica. Comunicano amore, passione, entusiasmo, equilibrio e complicità. Stanno bene, funzionano e il amore si vede anche all’esterno. Com’è possibile quindi costruire un legame di coppia sereno, stabile e duraturo? Esistono dei segreti a riguardo?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, l'integratore che ti fa dimagrire - 4 al prezzo di 1 e la consegna è gratuita

In questo articolo cercheremo di rispondere a questa e a tante altre domande.

Regola numero 1: quotidianità

Affinché un rapporto funzioni, che sia di amicizia o di amore, è necessario che venga coltivato giorno dopo giorno. Gli esseri umani sono animali sociali che per crescere hanno bisogno del confronto costante con i propri simili. Stare bene con gli altri, permette di stare bene con se stessi.

Parlando di rapporto di coppia si sente spesso parlare di sacrifici, dedizione, compromessi. E’ vero, in un rapporto a due bisogna inevitabilmente prendere in considerazione i bisogni e le esigenze dell’altro, questo non significa però che bisogna sacrificarsi o mettere l’altro sempre e comunque al primo posto. Altrimenti si rischierebbe di sentirsi in gabbia, infelici ed esausti. Per questo, in un rapporto di coppia, bisogna scendere a compromessi, fare lavoro di squadra e scegliere insieme.

Regola n 2: motivazione a nutrire in modo autonomo il rapporto

Secondo delle ricerche sperimentali è stato dimostrato che la motivazione personale che porta a raggiungere degli obiettivi nella vita, influisce anche nel rapporto di coppia.  E’ importante lavorare sulla creazione di obiettivi comuni che determinino il soggetto personale e di coppia.

Facciamo un esempio pratico

Probabilmente il discorso sulla motivazione autonoma e gli obiettivi comuni può sembrare un po’ troppo astratto.
Ecco un esempio pratico:  uno dei due partner ha deciso di mettersi a dieta. Il compagno o la compagna potrebbe continuare a mangiare tutto quello che vuole dal momento che non è lui o lei ad essere a dieta, potrebbe comprare e mangiare cibo ipercalorico davanti agli occhi del partner a dieta, inducendolo quindi in tentazione. Oppure, cosa potrebbe fare? Senza dubbio potrebbe sostenere l’altro/a incoraggiando e proponendo di preparare insieme dei pasti più salutari. Questo è solo un esempio semplice, il concetto è far sì che nella relazione si sia invogliati a migliorarsi e a sostenersi a vicenda. Gli obiettivi condivisi possono riguardare lo studio, il lavoro e la crescita personale in qualsiasi campo della vita.

Con il raggiungimento di obiettivi comuni cresce e si evolve anche la coppia. Quindi in poche parole cosa succede? Aumenta il benessere per entrambi e i due saranno sempre più motivati ad impegnarsi nel loro rapporto.

Related posts

Lo strano fenomeno del letargo estivo

Federica Polizzotto

Il tuo gatto potrebbe valere fino a 110 mila euro se ha questo superpotere

Federica Polizzotto

Come fare per avere il bonus vacanze: ecco la guida definitiva

Federica Polizzotto