Salute

Cosa succede se mangi 30 grammi di mandorle al giorno? La risposta della medicina

Le mandorle fanno parte della categoria della frutta secca. Vengono così definiti quei frutti ricchi di vitamine e sali minerali, indispensabili per il giusto funzionamento del nostro organismo. Sono molto più calorici rispetto alla frutta fresca, e apportano parecchia energia. Oltretutto, contengono molte proteine, rispetto alle quantità presenti nei frutti carnosi, oltre a contenere molte fibre, indispensabili per la salute dell’intestino. Ma cosa succede se si mangiano 30 grammi di mandorle al giorno? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Valori nutrizionali delle mandorle

Di seguito elencheremo i valori nutrizionali delle mandorle. Una porzione di 30 grammi di mandorle contengono:

  • Fibre: 3,5 grammi
  • Proteine: 6 grammi
  • Grassi: 14 grammi, di questi 9 grammi sono monoinsaturi
  • Carboidrati: 2,5 grammi
  • Vitamina E: 37% della RDI
  • Manganese: 32% della RDI
  • Magnesio: 20% della RDI

Oltretutto contengono rame, vitamina B2, fosforo e acido fitico. Una porzione da 30 grammi fornisce circa 160 Kcal, ma il nostro corpo riesce ad assorbirne circa il 10-15%, questo perché una parte del grasso contenuto non è accessibile agli enzimi digestivi presenti nel nostro stomaco. Mangiare 30 grammi di mandorle corrisponde più o meno a 15-20 mandorle, anche meno se sono più grandi.

Cosa accade se mangiamo 30 grammi di mandorle al giorno?

La porzione suggerita di mandorle è di circa 30 grammi al giorno, con questa dose giornaliera saremo in grado di ottenere tutti i benefici che apportano. Se mangiamo con regolarità, e senza abusarne, le mandorle apportano molti benefici al nostro organismo:

  • Proteggono le cellule dall’ossidazione: questo loro beneficio è da attribuire agli antiossidanti che contengono. Il quantitativo maggiore di antiossidanti è contenuto nella buccia di colore marroncino che avvolge le mandorle, proprio per questo non è consigliabile rimuoverne la pelle.
  • Tengono a bada la glicemia: Le mandorle sono ideali anche per soggetti malati di diabete, contengono una percentuale elevata di magnesio e pochi carboidrati.
  • Riducono la pressione sanguigna: considerato l’elevato contenuto di magnesio, le mandorle, sono ottime per chi soffre di ipertensione.
  • Riducono il colesterolo cattivo: fornendo, invece, buoni quantitativi di colesterolo buono.
  • Migliorano la salute della pelle e del cuore: Queste loro proprietà sono da attribuire alla presenza di vitamina E, che aiuta a preservare l’elasticità della pelle e riduce il rischio di malattie cardiache. Oltretutto, sono ricche di acidi grassi Omega-3.
  • Riducono il senso di fame: Le mandorle contengono pochi carboidrati e molte proteine e fibre, questi componenti possono aumentare il senso di sazietà.
  • Favoriscono la perdita di peso: mangiate nella giusta quantità le mandorle, facendoci saziare più facilmente.

Inserire le mandorle nella dieta

Le mandorle sono un ottimo alimento “spezzafame“. Ideali da mangiare come spuntino o merenda, ma anche prima o dopo un allenamento. Le mandorle possono essere mangiate al naturale, oppure possono essere ridotte in farina per la preparazione di varie ricette, o possono essere frullate fino ad ottenere una sorta di burro, in effetti sono molto versatili, possono essere aggiunte anche ad insalate, o sullo yogurt. Le mandorle sono ideali anche per le alimenta lezioni dei celiaci poiché sono prive di glutine.

Related posts

Si può congelare il pomodoro passato? Questa la verità

Federico Curcio

Il burro fa bene o male? Ecco cosa dice la medicina

Federico Curcio

Attenzione al tonno in scatola: ecco cosa potrebbe accadere

Federico Curcio