Animali

Quali sono i giochi migliori per il gatto? Ecco quali scegliere

Giocare con il tuo gatto è uno dei gesti più importanti nella creazione della tua relazione con lui o lei. Il gioco è il momento in cui si instaura maggiormente la fiducia del gatto nel suo umano ed è fondamentale per evitare che il gatto si annoi e quindi vada in depressione o inizi ad avere comportamenti distruttivi. Esistono tanti giochi in vendita per i gatti e altri possono essere costruiti da soli in casa, magari utilizzando dei materiali di riciclo. Scopriamo insieme quali sono i giochi migliori da scegliere per il tuo gatto.

Quali sono i giochi migliori per il gatto? Ecco quali scegliere

Il primo consiglio da dare, utile anche a chiarire il perché sia necessario avere dei giochi per giocare con il proprio gatto, è quello di far capire al gatto che il suo umano è il suo compagno di giochi, e non il gioco stesso. Questo è un passaggio fondamentale affinché il gatto vi consideri alla pari e, soprattutto, per evitare graffi e morsi che potrebbero portarvi a reazioni scorrette verso il gatto. I gatti giocano così, e attraverso il gioco sublimano anche l’istinto della caccia. Avere quindi dei mezzi di gioco consente di spostare il rischio di essere graffiati proprio sugli oggetti.

Proprio per questo motivo il primo oggetto da tenere in considerazione è il tiragraffi. Alberelli di corda o piccole scatole di cartone espanso pensate apposta sono le soluzioni più semplici, ma anche più economiche. Ne esistono però di ogni dimensione e tipo, al punto che alcuni li considerano anche oggetti d’arredo. Il tiragraffi, però, non è fonte di interazione: andrà lasciato a lui. Per giocare con il vostro gatto vi consigliamo sicuramente le “canne da pesca”. Si tratta di piccole aste di plastica con una corda elastica e una piccola preda di peluche attaccata all’estremità di quest’ultima. La canna da pesca vi consente di attirare il gatto, di farlo saltare, di lasciargli la preda per qualche tempo e poi strappargliela via, in modo da attirarlo ancora verso di voi.

Un altro gioco che i gatti trovano molto divertente sono i “percorsi“, generalmente costruiti con i tubi di tessuto e plastica. Il gatto amerà passarci dentro, farci la sua tana, e tendervi agguati dall’interno. Alcuni di questi tubi hanno anche altri giochi incorporati come, ad esempio, una pallina appesa all’uscita. Per i gatti più attivi, poi, esistono dei giochi di attivazione mentale che hanno dei meccanismi per l’elargizione del cibo, oppure palline che rotolano solo con alcune interazioni che sarà il gatto a dover attuare.

Anche ai gatti, infine, piace giocare con le palline: se hanno le piume e sono colorate, le ameranno ancora di più. Ricorda però che il gatto ama giocare in compagnia, e che da solo si può annoiare presto, quasi come se non avesse giochi a disposizione. Se poi sei costretto a lasciare da solo il gatto con i suoi giochi, seleziona bene quelli da lasciargli. Evita giochi con piccole parti che possano essere ingerite lontano dal tuo sguardo. E, in generale, non acquistare giochi con prodotti tossici, non idonei, e non pensati per il tuo gatto.

Related posts

Sai che animale è il diavolo della Tasmania recentemente reintrodotto in natura dopo 3000 anni?

Federica Polizzotto

Perché il gatto ruba il cibo? Ecco come farlo smettere

Alberto Sanci

Calcolare anni di cane e gatto: ecco la formula

Federica Polizzotto