Cultura Generale

Perché le dita in acqua raggrinziscono?

Ammettiamolo, che sia inverno o estate stare in acqua è sempre una bella esperienza. Per combattere il freddo, infatti, probabilmente immergersi in un abbraccio di acqua calda è l’idea migliore che possa esserci. Vi sono però delle conseguenze a volte particolari. Nulla di grave ovviamente. Si tratta piuttosto di piccoli cambiamenti che avvengono sul corpo e che sono impossibili da non notare. Tra questi, tutti potranno concordare con il fatto che, dopo qualche tempo in acqua, le dita delle mani assumono una connotazione particolare. È facile infatti notare come si ricoprano di rughe, e questa è una cosa che capita davvero a tutti. Ma alcuni ricercatori hanno voluto spiegarne il motivo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, l'integratore che ti fa dimagrire - 4 al prezzo di 1 e la consegna è gratuita

Perciò, ecco che la scienza spiega il perché le dita in acqua raggrinziscono.

La ricerca che spiega il motivo per cui le dita reagiscono in questo modo dopo un po’ di tempo nell’acqua

A concentrarsi sull’argomento, alcuni ricercatori dell’Università di Newcastle. Gli studiosi si sono interrogati sull’entità del fenomeno, cercando di capire se potesse essere spiegato scientificamente. Lo studio, pubblicato sul Royal Society Biology Letters, ha voluto indagare proprio le ragioni di questo cambiamento repentino della pelle e, per farlo, i ricercatori hanno sottoposto alcuni volontari a un esperimento. A costoro, è stato chiesto di stringere alcune biglie immerse in una bacinella d’acqua e di spostarle in un’altra bacinella. Questo per vedere se potessero o meno maneggiare degli oggetti alquanto piccoli. E ciò che l’esperimento ha dimostrato è davvero interessante.

I risultati della ricerca scientifica

Gli studiosi hanno notato come coloro che avessero le dita raggrinzite, potessero operare questo passaggio di biglie molto più velocemente. Lo stesso esperimento, poi, è stato portato avanti, ma questa volta con delle biglie asciutte. E in questo caso, nessuna differenza di velocità si è presentata tra coloro che avevano le dita raggrinzite e coloro che invece le avevano lisce. Per questo gli studiosi sono arrivati ad una conclusione molto semplice. Pare che il raggrinzimento delle dita abbia una funzione ben specifica, ossia quella di maneggiare facilmente gli oggetti immersi nell’acqua.

Dunque, ecco perché le dita in acqua raggrinziscono.

Related posts

Conviene comprare un’auto elettrica: ecco i casi in cui devi ancora aspettare

Federica Polizzotto

Chi porta gli occhiali è più intelligente: verità o falso mito?

Federico Curcio

Tre semplici trucchi per evitare il cattivo odore del cane o del gatto

Federica Polizzotto