Ricette

Ricetta lasagne al pesto genovese: ingredienti, preparazione e consigli

Le lasagne al pesto genovese sono una ricetta molto semplice e gustosa. Una ricetta in cui si uniscono due ingredienti della tradizione italiana, la pasta fresca e il pesto alla genovese. Si tratta di un piatto molto semplice e veloce, ottimo anche quando si hanno a pranzo o a cena amici e parenti, si può preparare anche in anticipo e poi scaldarla al momento, oppure anche tiepida è ottima.

Lasagne al pesto genovese – Ingredienti

Ingredienti per la pasta fresca:

  • Farina 00 200 g
  • Uova (2 medie) 120 g

Per il pesto genovese:

  • Aglio ½ spicchio
  • Sale grosso 2 pizzichi
  • Olio extravergine d’oliva 200 g
  • Basilico 100 g
  • Pecorino grattugiato 60 g
  • Parmigiano Reggiano DOP grattugiato 140 g
  • Pinoli 30 g

Per la besciamella:

  • Burro 100 g
  • Sale fino q.b.
  • Noce moscata da grattugiare q.b.
  • Farina 00 100 g
  • Latte intero 1 l

Per condire:

  • Parmigiano Reggiano DOP da grattugiare 80 g

Lasagne al pesto genovese – Preparazione

Per preparare le lasagne al pesto genovese iniziate dalla preparazione del pesto, per prima cosa pulite le foglie di basilico con un panno pulito, non si devono lavare con acqua. Poi prendete un mortaio e pestate l’aglio sbucciato con un pizzico di sale grosso fino ad ottenere un composto cremoso unite le foglie di basilico.

Schiacciate il basilico ruotando pestello e mortaio in senso opposto. Aggiungete pinoli e i formaggi grattugiati continuando a pestare. Infine unite l’olio a filo poco alla volta continuando mescolare bene gli ingredienti con il pestello fino ad ottenere una salsa omogenea. In alternativa potete realizzare il pesto con il mixer.

Ora procedete con la pasta fresca. Versate la farina setacciata in una ciotola. Aggiungete le uova e cominciate a mescolare gli ingredienti con una forchetta, incorporando alle uova la farina poco per volta.

Lavorate poi l’impasto con le mani per almeno 10 minuti fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare in un luogo fresco e asciutto per circa 30 minuti.

Adesso occupatevi della besciamella, mettete a scaldare in un pentolino il latte, a parte in un altro pentolino fate sciogliere il burro a fuoco basso, poi spegnete il fuoco e aggiungete la farina setacciata poco alla volta, mescolando continuamente con una frusta per evitare la formazione di grumi. Poi rimettete sul fuoco dolce il composto di burro e farina e mescolate fino a quando non sarà dorato.

Aromatizzate il latte con la noce moscata e il sale, poi versatelo poco alla volta nel composto di burro e farina, mescolate energicamente il tutto con la frusta. Cuocete 5-6 minuti a fuoco dolce continuando a mescolare finché la salsa si sarà addensata, trasferitela in una ciotola e lasciatela raffreddare.

Poi recuperate la pasta fresca, riprendete il panetto, spolverizzatelo con pochissima farina 00, iniziate a tirarla con la macchina, o a mano con il mattarello, passando dal livello più largo a quello più sottile gradualmente fino a ottenere una sfoglia dello spessore di circa 2 mm. Dalle sfoglie ricavate 22 rettangoli da ritagliare con una rotella tagliapasta o con un coltello. Adagiate le sfoglie su un vassoio infarinandole per evitare di farle attaccare.

Mettete sul fuoco una pentola colma di acqua poco salata e quando inizierà a bollire scottate le sfoglie per 1 minuto, scolatele e posizionatele su un vassoio ungendole con poco olio non farle attaccare.

Una volta cotta la pasta, prendete una pirofila da 30×20 cm, ungete con un filo di olio il fondo stendete con un cucchiaio uno strato di besciamella e poi uno di pesto, adagiate sopra 3 sfoglie di pasta sovrapponendole leggermente, poi ricoprite con la besciamella e il pesto, spolverizzate con il formaggio grattugiato e continuate cosi fino ad esaurimento degli ingredienti.

Terminate l’ultimo strato con 4 sfoglie di pasta disposte orizzontalmente, poi spalmate sopra la besciamella e il pesto mescolate bene le salse per ottenere una crema più omogenea, terminate con uno strato di formaggio grattugiato.

Ora cuocete le lasagne al pesto in forno preriscaldato statico a 180° per 15 minuti e poi proseguite per altri 5 minuti in modalità grill. Sfornate le lasagne al pesto, lasciatele leggermente intiepidire.

Lasagne al pesto genovese – Consigli utili

Le lasagne al pesto genovese si possono conservare in frigo coperte con pellicola per massimo 1-2 giorni. Si possono congelare sia crude che cotte se avete utilizzato ingredienti freschi. In alternativa al pesto genovese potete sperimentare altre gustose salse come il pesto di zucchine o il pesto di rucola, per chi non sa rinunciare all’effetto filante basta aggiungere dei pezzetti di formaggio tra uno strato e l’altro delle lasagne. Se non avete molto tempo per fare tutte le preparazioni, potete tranquillamente acquistare la sfoglia di lasagna, stessa cosa anche per la besciamella e il pesto, ovviamente preparando tutto in casa verrà ancora più buona e genuina, però in mancanza di tempo ci si può arrangiare con prodotti commerciali.

 

Related posts

Non volete rinunciare al gusto ma non volete spendere molto? Ecco un piatto a base di pesce molto economico

Marianna Pennacchio

Ricetta frittata di patate: ingredienti, preparazione e consigli

Marianna Pennacchio

Ricetta teglia di verdure al forno: ingredienti, preparazione e consigli

Marianna Pennacchio