Il Giornale del Buongiorno
Salute

La mortadella è un insaccato? La verità sconvolge tutti

La mortadella è un salume molto apprezzato grazie al suo sapore unico e, anche per la particolare sensazione che da al palato. Ma la mortadella è un insaccato? All’interno di questo articolo cercheremo di chiarire la differenza tra salumi e insaccati, in più daremo una risposta a questa e ad altre domande.

La mortadella

La mortadella è un salume molto famoso. Al suo interno è presente poco colesterolo e importanti sali minerali come il potassio, il fosforo, il calcio, il sodio, il selenio, il ferro, lo zinco, il manganese, il magnesio e il rame. Tutte queste sostanze conferiscono proprietà rimineralizzanti. La mortadella è ricca di vitamina A, di proteine, di acqua, inoltre contiene rilevanti dosi di retinolo, riboflavina, tiamina, cobalamina, l’acido ascorbico, l’acido pantotenico, la niacina, la piridossina e l’acido folico. All’interno delle Cucine la mortadella è abbastanza versatile, infatti viene utilizzata come ripieno per panini, per tigelle e per piadine. La mortadella può essere acquistata anche in cubetti per essere poi utilizzata nella preparazione di soffritti da inserire in piatti di pasta o di carne con le verdure. La mortadella può anche essere schiacciata e frullata per creare una pasta da utilizzare come farcitura per ravioli e tortellini. In casa, la mortadella può essere mangiata durante la degustazione di vini bianchi e rosati. Ma cosa è di preciso la mortadella? È vero che fa parte della famiglia degli insaccati, il cui consumo andrebbe limitato durante una dieta?La mortadella è o non è un insaccato?

Quali sono le differenze tra insaccati e salumi?

La principale differenza tra salumi e insaccati riguarda la lavorazione della carne. L’insaccato è un salume che ha subito un processo di trasformazione specifico, che serve ad aumentare il suo periodo di conservazione. Seguono poi anche altri processi come stagionatura e affumicatura, che rendono questo alimento una carne lavorata. I salumi insaccati, di solito vengono inseriti in un involucro che funge da contenitore e che di solito è l’intestino dell’animale o un budello sintetico. L’involucro si vede all’esterno e funge da protezione del salume insaccato e va rimossa prima del consumo. I salumi non insaccati non hanno questo involucro. Sono invece dei veri e propri pezzi di carne dalla forma naturale che possono però essere confusi con quella degli insaccati.

La mortadella è un insaccato?

Durante il processo di produzione della mortadella, la carne di maiale viene congelata a bassa temperatura, successivamente viene macinata e impastata in maniera omogenea con le spezie, gli aromi e il lardo. L’impasto viene poi insaccato. Ed ecco quindi la risposta alla domanda iniziale dell’articolo, si, la mortadella è un insaccato. Dopo esser stata impastata la mortadella viene per l’appunto insaccata e inserita dentro un budello che le conferisce la sua classica forma. Il processo produttivo termina poi con la cottura della mortadella per un giorno intero alla temperatura di 75°. A questo punto, il salume viene confezionato ed è pronto per il commercio alimentare. Il totale del processo produttivo per realizzare la mortadella dura 4 giorni.

Come mai la mortadella è rosa?

La mortadella ha un colore rosa molto chiaro perché non subisce una lunga stagionatura, di solito il colore dei salumi tende a scurirsi con il passare del tempo, con il procedere della stagionatura. Infatti, il prosciutto crudo, per esempio, ha un colore molto più scuro rispetto al prosciutto cotto.

Related posts

“Attenzione a mangiare mele!”: ecco perché

Federico Curcio

Dentiera:tutto quello che c’è da sapere!

Francesca Ricci

Cosa succede ai polmoni quando smetti di fumare? La risposta è incredibile

Dani