Il Giornale del Buongiorno
Salute

La mortadella è un insaccato? La verità sconvolge tutti

La mortadella è un salume molto apprezzato grazie al suo sapore unico e, anche per la particolare sensazione che da al palato. Ma la mortadella è un insaccato? All’interno di questo articolo cercheremo di chiarire la differenza tra salumi e insaccati, in più daremo una risposta a questa e ad altre domande.

La mortadella

La mortadella è un salume molto famoso. Al suo interno è presente poco colesterolo e importanti sali minerali come il potassio, il fosforo, il calcio, il sodio, il selenio, il ferro, lo zinco, il manganese, il magnesio e il rame. Tutte queste sostanze conferiscono proprietà rimineralizzanti. La mortadella è ricca di vitamina A, di proteine, di acqua, inoltre contiene rilevanti dosi di retinolo, riboflavina, tiamina, cobalamina, l’acido ascorbico, l’acido pantotenico, la niacina, la piridossina e l’acido folico. All’interno delle Cucine la mortadella è abbastanza versatile, infatti viene utilizzata come ripieno per panini, per tigelle e per piadine. La mortadella può essere acquistata anche in cubetti per essere poi utilizzata nella preparazione di soffritti da inserire in piatti di pasta o di carne con le verdure. La mortadella può anche essere schiacciata e frullata per creare una pasta da utilizzare come farcitura per ravioli e tortellini. In casa, la mortadella può essere mangiata durante la degustazione di vini bianchi e rosati. Ma cosa è di preciso la mortadella? È vero che fa parte della famiglia degli insaccati, il cui consumo andrebbe limitato durante una dieta?La mortadella è o non è un insaccato?

Quali sono le differenze tra insaccati e salumi?

La principale differenza tra salumi e insaccati riguarda la lavorazione della carne. L’insaccato è un salume che ha subito un processo di trasformazione specifico, che serve ad aumentare il suo periodo di conservazione. Seguono poi anche altri processi come stagionatura e affumicatura, che rendono questo alimento una carne lavorata. I salumi insaccati, di solito vengono inseriti in un involucro che funge da contenitore e che di solito è l’intestino dell’animale o un budello sintetico. L’involucro si vede all’esterno e funge da protezione del salume insaccato e va rimossa prima del consumo. I salumi non insaccati non hanno questo involucro. Sono invece dei veri e propri pezzi di carne dalla forma naturale che possono però essere confusi con quella degli insaccati.

La mortadella è un insaccato?

Durante il processo di produzione della mortadella, la carne di maiale viene congelata a bassa temperatura, successivamente viene macinata e impastata in maniera omogenea con le spezie, gli aromi e il lardo. L’impasto viene poi insaccato. Ed ecco quindi la risposta alla domanda iniziale dell’articolo, si, la mortadella è un insaccato. Dopo esser stata impastata la mortadella viene per l’appunto insaccata e inserita dentro un budello che le conferisce la sua classica forma. Il processo produttivo termina poi con la cottura della mortadella per un giorno intero alla temperatura di 75°. A questo punto, il salume viene confezionato ed è pronto per il commercio alimentare. Il totale del processo produttivo per realizzare la mortadella dura 4 giorni.

Come mai la mortadella è rosa?

La mortadella ha un colore rosa molto chiaro perché non subisce una lunga stagionatura, di solito il colore dei salumi tende a scurirsi con il passare del tempo, con il procedere della stagionatura. Infatti, il prosciutto crudo, per esempio, ha un colore molto più scuro rispetto al prosciutto cotto.

Related posts

Le lenticchie in scatola vanno lavate? La risposta per il tuo bene

Beatrice Verga

Mangiare aglio crudo a stomaco vuoto: ecco perché dovresti farlo

Federico Curcio

Obesità infantile: cause e principali fattori di rischio

Francesca Ricci