Cultura Generale

Come ottenere il Visto per l’India: ecco tutte le info utili

Tutti i viaggiatori devono sapere che, per entrare in uno dei paesi tra i più desiderati da visitare, l’India, e vedere magari una delle sette meraviglie del mondo, il Taj Mahal, occorre ottenere un visto, ad eccezione dei cittadini del vicino Nepal e Bhutan.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, l'integratore che ti fa dimagrire - 4 al prezzo di 1 e la consegna è gratuita

Il governo indiano ha introdotto visti elettronici di un mese, un anno e cinque anni per i cittadini della maggior parte dei paesi del mondo.

Il visto per l’India, in formato elettronico, è disponibile per scopi turistici, d’affari, medici e per conferenze.

Cosa devi sapere sul visto per l’India

Oggi un visto elettronico è sufficiente per la maggior parte dei visitatori, eliminando così la necessità di ottenere quel visto regolare, classico, prima di arrivare in India.

Invece i cittadini degli Stati Uniti possono ottenere un regolare visto turistico valido fino addirittura a 10 anni.

Alcuni paesi, come il Giappone e la Mongolia, hanno invece accordi individuali con l’India che consentono ai loro cittadini di pagare molto meno per un visto.

Cittadini di Argentina, Isole Cook, Figi, Indonesia, Giamaica, Kiribati, Isole Marshall, Mauritius, Micronesia, Myanmar, Nauru, Isola di Niue, Palau, Papua Nuova Guinea, Samoa, Seychelles, Isole Salomone, Sud Africa, Tonga, Tuvalu, Uruguay e Vanuatu non devono invece pagare la tassa per il visto.

Puoi richiedere dunque o un visto elettronico, o un visto cartaceo regolare, sempre online. Il governo indiano ha introdotto un processo di richiesta online centralizzato in base al quale è possibile completare e inviare il modulo via internet, quindi inviare manualmente il passaporto e i documenti relativi alla sede indiana pertinente (consolato o ambasciata indiana) nel proprio paese.

In alternativa, puoi comunque passare attraverso un centro di elaborazione dei visti se non puoi presentarti di persona a un consolato indiano.

Dovrai completare il modulo di domanda online e quindi inviare per posta la domanda e i documenti richiesti.

Requisiti per il visto per l’India

  • Visto turistico

Fino a 10 anni, per soggiorni di 180 giorni o meno. Viene $ 150, più $ 19,90 di commissione di elaborazione.

  • Visto di ingresso

Sei mesi o più con proroga valida. Devi provare che hai un alloggio o una prenotazione alberghiera, viene circa $ 100 ma dipende dal periodo di validità

  • Visto di lavoro

Fino a cinque anni, ti occorre la copia del contratto di lavoro. Costa $ 120 o più, a seconda della validità.

Visto fino a un anno, o per la durata del tirocinio o di uno stage: ti serve la lettera dall’azienda per la quale farai il tirocinio e costa circa $ 100.

  • Visto per studenti

Cinque anni, o la durata del corso di studi. Lettera di accettazione che conferma l’iscrizione al corso:circa $ 100.

  • Visto per conferenze

Dura tre mesi: dovrai inviare anche la copia dell’invito alla conferenza, lettera di autorizzazione all’evento: anche questo circa 100$

  • Visto giornalistico

Durata tre mesi. Occorre la carta di accreditamento dei media o un documento della loro organizzazione che descriva chiaramente la natura del loro lavoro

  • Visto di ricerca

Dimostra che hai un anno di prova del progetto di ricerca, compresi i dettagli dei luoghi da visitare, la prova delle risorse finanziarie. Costo: $ 140

  • Visto medico

Va da un anno alla durata del trattamento.  Ti serve: un certificato di consulenza medica del paese di residenza, prova delle risorse finanziarie. Vale $ 100, a seconda della validità

  • Visto di transito

Durata quindici giorni, per soggiorni di 72 ore o meno . Serve una prenotazione aerea confermata che mostra il proseguimento del viaggio. Costo:$ 40

Visti turistici per l’India

I visti turistici vengono rilasciati a persone che vogliono venire in India solo per visitare alcune zone. Sebbene i visti turistici possano essere concessi anche per più di sei mesi, non è possibile rimanere in India per più di sei mesi alla volta con un solo visto turistico.

Alla fine del 2009, l’India ha introdotto nuove regole per frenare l’uso improprio dei visti turistici in India , a causa di alcune persone che vivevano in India con visti turistici e scappano velocemente in un paese vicino alla scadenza, per poi fare ritorno e starci altri sei mesi). In particolare, è stato richiesto un intervallo di due mesi tra le visite in India.

Questo requisito è stato finalmente rimosso alla fine di novembre 2012, ma rimangono alcune eccezioni .

Related posts

Perché stendere i panni al sole? Ecco cosa succede

Federica Polizzotto

Lo sapete che per fare la guardia questi animali sono ancora migliori dei cani?

Federica Polizzotto

lavare in casa i peluche: ecco come fare

Federica Polizzotto