Il Giornale del Buongiorno
Soldi e Risparmio

Hai queste monete tedesche? Sono rarissime, ecco quanto puoi guadagnare!

Collezionare monete può rivelarsi un’ottima idea per guadagnare soldi. Il bello di questa passione, oltre alla possibilità di scoprire dettagli interessanti di periodi e personaggi storici, riguarda il fatto che, anche se non si è professionisti, le soddisfazioni non sono inaccessibili.

Il web, infatti, ha reso da qualche anno a questa parte la numismatica un mondo molto meno chiuso. Sono infatti tantissime le persone che, oggi come oggi, si informano, per esempio, sul valore delle monete tedesche rare. Quali sono quelle che permettono di guadagnare una piccola fortuna? Nelle prossime righe di questo articolo, ne abbiamo elencate alcune.

Monete tedesche da collezione

Sono tante le monete tedesche che permettono di guadagnare cifre interessanti se vendute. Andando indietro di diversi decenni e tornando ai tempi in cui in Germania era a corso legale il marco, ricordiamo la moneta da 1 marco risalente al 1956 che, conservata in stato splendido, può essere venduta a 20 euro.

Chiaramente lo stato di conservazione fior di conio, il massimo per una moneta, implica un valore maggiore. A influire oltre allo stato di conservazione contribuisce anche l’annata. Per rendersene conto basta ricordare che la moneta da 1 marco coniata un anno dopo, ossia nel 1957, sempre conservata in stato splendido può essere venduta a cifre che si aggirano attorno ai 70 euro. Somme simili riguardano le monete da 10 marchi coniate nel 1972.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare delle monete tedesche che valgono tanto! Facendo un ulteriore salto indietro nel tempo, arriviamo alla moneta da 32 scellini del 1758. Pezzo in argento, conservata in stato bellissimo o splendido può valere fino a 800 euro.

La Germania, un Paese ricco di storia che ha dato tantissimo alla cultura europea, ha un passato che ha lasciato un’eredità speciale per quanto riguarda la numismatica. A testimonianza di ciò è possibile citare i talleri del 1778 – epoca di Karl Theodor – che, oggi come oggi, se conservati in stato splendido possono valere fino a 1.500 euro.

A circa 1.000, invece, corrisponde il valore dei talleri risalenti al regno di Maximilian I Joseph. In linea di massima, le monete pre repubblica di Weimar sono quelle che valgono di più. Se si guarda ai marchi risalenti alla Repubblica Federale, i pezzi di grande valore sono pochi. Tra questi, è possibile citare alcune monete da 5 marchi risalenti al 1961 e vendibili oggi a oltre 1000 euro. Ovviamente nel momento in cui si ha intenzione di provare a farlo è opportuno rivolgersi a siti specializzati.

Related posts

Vecchie monete di rame: ecco quanto possono valere

Beatrice Verga

Pensioni, novità importanti in arrivo: ecco cosa accade

Beatrice Verga

Mercato immobiliare: ecco cosa può accadere nel post Covid

Beatrice Verga