Salute

La camomilla fa bene? Risponde l’esperto

La camomilla è una pianta con diverse proprietà benefiche, viene principalmente utilizzata per le sue proprietà sedative e calmanti e anche per il suo potere ipoglicemizzante molto consigliata, anche in caso di diabete. Ma la camomilla fa bene? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

La camomilla

La camomilla è una pianta che fa parte della famiglia delle Asteraceae, la parte utilizzata per la preparazione della bevanda sono i fiori. La camomilla non è impiegata solo come bevanda, ma anche a scopo medicamentoso, infatti viene utilizzato come componente per la realizzazione di creme e maschere.

Proprietà della camomilla

Come detto precedentemente, la camomilla è spesso impiegata come bevanda, ma è anche abbinata insieme ad altre erbe, radici e fiori per la realizzazione di infusi e tisane. Il suo consumo è decisamente consigliato considerate le sue numerose proprietà benefiche. La camomilla è una pianta medicinale ricca di flavonoidi e lattoni che le attribuiscono proprietà antiflogistiche molto simili a quelle che svolge il cortisone e contiene anche diversi sali minerali come, per esempio, il calcio, il potassio, il manganese, il sodio e il fluoro. Oltretutto, la camomilla è ricca di:

  • mucillagini: che hanno un’azione protettiva delle mucose;
  • cumarina: che favorisce la salute e la resistenza dei capillari, ha delle proprietà spasmolitiche ed ha anche un’azione antibatterica e antivirale, senza dimenticare che stimola anche la pigmentazione cutanea;
  • contiene polisaccaridi;
  • apporta delle piccole dosi di vitamina B1 e vitamina C;
  • la camomilla è anche ricca di un olio essenziale, i cui principi attivi sono: alfa-bisabololo dalle proprietà lenitive, camazulene dall’azione antinfiammatoria e antiallergica, guaiazulene con proprietà lenitive e calmanti, cerulene e farnesene.

Quali benefici ottiene chi beve camomilla tutti i giorni?

Chi beve ogni giorno della camomilla non ha alcun effetto indesiderato sul suo organismo, naturalmente questo non significa che la so debba consumare in quantitativi esagerati ogni giorno, sono sufficienti una o due tazze al giorno per godere dei suoi benefici, un uso eccessivo non è mai consigliabile, ma comunque le controindicazioni non sono molte e soprattutto non sono gravi. Ecco riportati di seguito i vari benefici apportati dalla camomilla:

  • Azione antinfiammatoria e decongestionante: I principi attivi dell’olio essenziale contenuto nella camomilla, cioè l’azulene e l’alfa-bisabololo, fanno in modo che questa bevanda abbia proprietà antinfiammatorie. La camomilla aiuta a lenire le irritazioni dei tessuti grazie al suo potere decongestionante e lenitivo.
  • La camomilla è ottima se si hanno queste patologie:

-congiuntivite

-gastrite

-sindrome colon irritabile

-diarrea

-flatulenza

-rinite

-irritazioni del cavo orale

-infiammazioni urogenitali.

  • La camomilla è consigliata in caso di diabete: Sono stati effettuati degli studi sugli effetti della camomilla sul diabete. Da essi è emerso che la camomilla ha delle proprietà ipoglicemializzanti. E per questo sembrerebbe che sia in grado di favorire l’abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue.
  • La camomilla ha proprietà ricostituenti: Questo beneficio della camomilla non è molto conosciuto, a differenza degli altri. La camomilla è un ottimo ricostituente e tonico, ciò che occorre è realizzare un infuso più leggero e berlo la sera prima di andare a letto, mentre al mattino potrete realizzarne uno più forte per affrontare al meglio la giornata dato che apporterà molta energia.

Related posts

Il cioccolato davvero fa venire i brufoli? La verità che sorprende

Beatrice Verga

Le fave si possono congelare? La risposta è sorprendente

Federico Curcio

Mangiare pinoli di sera aiuta a dormire meglio? Questa la verità

Federico Curcio