Salute

Il würstel va mangiato cotto? La risposta dell’esperto

Il würstel è uno degli insaccati più famosi in tutto il mondo. La loro produzione artigianale, in Italia è maggiormente diffusa in Alto Adige. Tuttavia i würstel sono spesso al centro di diverse polemiche, specialmente quei prodotti importati le cui tecniche di preparazione non sono considerate molto sane per il nostro corpo. Uno di questi riguarda il fatto di mangiare würstel crudi. Ma è vero che il würstel va mangiato cotto? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e ad altre domande.

Il würstel va mangiato cotto?

La risposta è affermativa, il würstel deve essere cotto prima di essere mangiato. Si può procedere preparandolo al forno o bollendolo con dell’acqua. Un’altra cosa importante da fare riguarda il fatto che devono essere consumati entro e non oltre la data di scadenza indicata sulla confezione.

Come mangiare i würstel

I würstel sono molto versatili in cucina, possono essere mangiati insieme ai crauti, ma anche tagliati a pezzi piccoli e aggiunti all’insalata mista. I würstel dovrebbero essere comprati, se possibile, orientandosi solo verso produttori italiani o verso aziende di cui si conoscono bene filiera e qualità dei prodotti utilizzati. Ma in linea di massima mangiare würstel fa bene o male? Se avete intenzione di mantenervi in forma fisica e in salute in generale, sarebbe opportuno limitare il più possibile il loro consumo che comunque non dovrebbe essere superiore ad una volta a settimana massimo. Come ha affermato nel 2015 l’OMS, le carni lavorate, come appunto quella dei würstel, possono essere particolarmente pericolose per la salute, si stima infatti che potrebbero essere cancerogene tanto quanto il fumo. Non dovete però preoccuparvi, considerato che esistono delle soluzioni per risolvere questo problema. Basta infatti scegliere di acquistare würstel di alta qualità.

Quali sono i würstel di alta qualità?

Oltre al consiglio che vis abbiamo precedentemente dato riguardante il fatto di scegliere sempre e solo prodotti italiani, facciamo presente anche che è meglio scegliere quelle tipologie di würstel con una percentuale di carne elevata. Se possibile, è meglio scegliere i würstel preparati con ricette semplici. Non sottovalutate, infatti, che con pochi ingredienti, tra i quali è possibile citare oltre alla carne l’acqua, il sale, le spezie e massimo un conservante, si può dare vita a degli ottimi würstel. Un altro aspetto da non sottovalutare quando volete scegliere la tipologia di würstel di qualità migliore è l’assenza di additivi dannosi per la nostra salute come il glutammato e i polifosfati. Per fortuna, in considerazione della maggior sensibilità verso l’alimentazione che caratterizza il contesto odierno, non è certo difficoltoso trovarli. Lo stesso si può dire per i würstel privi di glutine, ottimi per i celiaci e intolleranti al suddetto complesso proteico, e di derivati del latte. Un altro aspetto da non sottovalutare riguarda la tipologia di carne utilizzata, da prediligere infatti sono le carni rosse come quelle di maiale, quelle di pollo e tacchino sono si piu magre ma possono contenere altre sostanze nocive. In conclusione teniamo a precisare che quando si mangiano würstel dovremmo accompagnarli con della verdura.

Related posts

Non utilizzare la lacca solo sui capelli: ecco otto metodi geniali

Dani

Mortadella e colesterolo: qual è il collegamento?

Beatrice Verga

Mangiare olive fa ingrassare? La risposta della scienza

Beatrice Verga