Attenzione ai fagioli in scatola: ecco cosa potrebbe accadere

legumi, ossia i “frutti” di alcune piante che fanno parte della famiglia delle Fabacee non possono mancare nella maggior parte delle diete moderne, grazie all’ingente ed importante apporto di nutrienti, che hanno portato i legumi ad essere considerati a lungo uno dei pochi alimenti in grado di sostituire parzialmente la carne nei secoli passati, ad un costo molto inferiore.

I fagioli, come tutti gli altri legumi, sono piuttosto “duttili” in cucina, dato che è possibile cucinarli e consumarli in molteplici modi anche se solitamente questi richiedono una preparazione piuttosto lunga ecco perchè molto spesso si utilizzano fagioli in scatola, già pronti, per essere utilizzati.

I fagioli in scatola fanno male?

E’ una sorta di “vecchio mito” che va sfatato quasi interamente: i fagioli in scatola non fanno male, visto che mantengono pressochè inalterate le capacità nutritive, ossia vitamine, sali minerali, fibre e proteine, e le recenti tecniche di conservazione permettono un livello di sicurezza oramai piuttosto alto, consentendoci così di usufruire di questi importanti legumi tutto l’anno ed in modo pressochè immediato.

Ecco cosa potrebbe accadere

fagioli scatola

Tuttavia alcune problematiche quando scegliamo e consumiamo fagioli in scatola possono comunque capitare, visto che si tratta di prodotti industriali, quindi è bene stare attenti ad esempio al tipo di confezionamento: spesso viene utilizzata la latta per i fagioli e la parte interna dei barattoli, in combinazione con alcuni conservanti non tossici come acido citrico o l’acido ascorbico possono far insorgere sostanze tossiche come il bisfenolo A. Per questo meglio optare per prodotti conservati in vetro.

Sempre sul barattolo controllare sempre l’apporto di sale che viene naturalmente utilizzato come conservante naturale ma che se consumato in quantità eccessive porta a numerose problematiche come un incremento della pressione arteriosa, quindi è buona norma sciacquare sempre bene i fagioli con abbondante acqua prima di prepararli al consumo.

Importante anche preferire fagioli coltivati in Italia o perlomeno in paesi come quelli che fanno parte dell’Unione Europea, maggiormente accorti in fase di produzione ed inscatolamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *