Cosa succede a chi mangia i fichi con la buccia? Ecco la risposta, assurdo

Come tutti sappiamo i fichi sono senza dubbio uno dei frutti estivi più amati e benefici per l’organismo. Il fico, infatti, è un frutto particolarmente ricco di proprietà nutrizionali, ed è molto versatile perché si può assaporare sia fresco (quando di stagione) sia secco (tutto l’anno). Inoltre, con i fichi è possibile fare una squisita marmellata che può essere utilizzata sia nei piatti dolci che salati.

In questo articolo ci concentreremo su un aspetto in particolare di questo frutto, la sua buccia. E’ possibile mangiare i fichi con la buccia? Cosa comporta? Possono insorgere degli effetti collaterali? Scopriamolo insieme.

Possiamo mangiare i fichi con la buccia?

In realtà la scelta di sbucciare o meno i fichi prima di mangiarli, è qualcosa di personale, dipende dalle proprie preferenze, dai propri gusti perché, di fatto, nulla ci vieta di mangiare i fichi con la buccia. Tuttavia, in base alle norme igieniche dovremmo eliminare la buccia perché potrebbe essere portatrice di batteri patogeni. Resta il fatto che i fichi senza buccia abbiano poco sapore. Per questo motivo, ad esempio, per fare la marmellata è consigliato utilizzare la buccia proprio per conferire loro un gusto più intenso. Inoltre, secondo la tradizione delle nostre nonne, nulla veniva sprecato o buttato, quindi le bucce dei fichi venivano conservate, zuccherate e lasciate ad essiccare per un paio di giorni sotto il sole per poi essere usate all’interno di ricette dolci.

In definitiva possiamo affermare che il fico è un frutto piacevole al gusto sia con la buccia che senza buccia.

Cosa contiene la buccia del fico?

Dal momento che abbiamo constato che la buccia dei fichi può essere ingerita, cerchiamo di capire cosa contenga.

Secondo alcune credenze popolari, la buccia dei fichi sembra aumentare la massa muscolare tanto che in passato si preferiva mangiare la buccia e veniva scartato il frutto vero e proprio.

A volte mangiare un fico con la buccia può dare una sensazione strana di formicolio alle labbra o alla lingua, questo è dovuto alla presenza di un enzima chiamato ficina che provoca proprio questo formicolio, ma è una reazione del tutto normale, non bisogna preoccuparsi.

Proprietà benefiche dei fichi

I fichi sono una fonte preziosa di minerali come il potassio, il calcio e il magnesio. Inoltre, contengono buone quantità di vitamina C, B1, B2, B6, K e acido pantotenico. Tutti questi elementi fanno sì che i fichi siano un vero e proprio toccasana per la salute di pelle, ossa e capelli.

In più, i fichi sono costituiti per la maggior parte da acqua (82%) il che li rende dei frutti ipocalorici nonostante la loro componente zuccherina.

Chi non deve mangiare i fichi?

Non esistono delle controindicazioni particolari essendo il fico un frutto benefico, tuttavia come può suggerire il buonsenso, chi soffre di allergie dovrebbe prestare attenzione a mangiare questo frutto. Infatti, in casi di allergia al fico, possono manifestarsi i seguenti sintomi: rinite allergica, edema della mucosa rinofaringea, mancanza di respiro, eruzioni cutanee alla pelle come orticaria o dermatite atopica oltre che nausea, vomito, diarrea, dolore epigastrico, ma anche disturbi come congiuntivite, lacrimazione eccessiva, bruciore e prurito nella zona degli occhi. Nei casi più gravi si può rischiare di incorrere in uno shock anafilattico.

Cosa succede se si consumano troppi fichi?

Mangiare più di 4 fichi al giorno, può essere pericoloso per la salute, specialmente se oltre ai fichi vengono consumati altri cibi ricchi di fibre. Ecco quali possono essere gli effetti collaterali più comuni dovuti ad un eccessivo consumo di fichi:

  • Diarrea
  • Reazioni allergiche
  • Mal di stomaco
  • Gonfiore
  • Eruzioni cutanee
  • Ostruzioni all’intestino
  • Problemi alla milza
  • Colite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *