Cosa succede a chi mangia broccoli? Ecco la risposta dell’esperto

Fin da piccoli ci dicono di mangiare i broccoli perché fanno bene alla salute è una verità o un falso mito? Avete mai pensato cosa succede a chi mangia i broccoli? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste e a tante altre domande.

Innanzitutto bisogna sottolineare che i broccoli sono un ortaggio molto utilizzato nelle cucine di tutto il mondo e noto per le sue proprietà antitumorali e per la sua azione antinfiammatoria e antiossidante, inoltre è un importante fonte di vitamine C ed E, betacarotene, flavonoidi, sali minerali e fibra alimentare.

Nelle preparazioni culinarie a base di broccoli, viene utilizzata l’infiorescenza immatura anche se esistono varie modalità per cucinare i broccoli che prendono in considerazione anche le foglie e i gambi. Ci sono anche varie modalità di cottura: in padella, a forno, bolliti, frullati con altre verdure per insaporire minestroni o vellutate.

Quali parti dei broccoli bisogna mangiare?

Quando si parla di broccoli non si pensa mai alle foglie e ai gambi dell’ortaggio che, solitamente, vengono scartati. In realtà è proprio qui che  si concentrano quasi tutte le proprietà benefiche di questo ortaggio. A tal proposito, basti pensare che i gambi dei broccoli contengono un apporto significativo di fibre che supera di gran lunga quello della parte centrale dell’ortaggio. In più, le foglie contengono una maggiore quantità di betacarotene, un elemento che protegge la pelle dall’azione dei radicali liberi.

Come consumare i gambi dei broccoli? 

Anche se non tutti lo sanno, è possibile consumare anche il gambo del broccolo. Questo, infatti, contiene numerose fibre per aiutare la motilità intestinale, contiene proteine necessarie per stimolare l’aumento della massa muscolare, contiene una significativa quantità di vitamina C la quale contribuisce alla produzione di collagene.

Il sapore dei gambi di broccolo è leggermente dolce e la consistenza sicuramente diversa, molto più croccante.

Come includere le foglie dei broccoli nella vostra alimentazione?

Per quanto riguarda le foglie, invece, queste sono ricche di nutrienti tra cui ferro e vitamina C. Sono anche un’importante  fonte di vitamina A, importante per rafforzare il sistema immunitario. Inoltre, 30 grammi di foglie di broccolo apportano il 44% della quantità giornaliera di vitamina C raccomandata. Per quanto riguarda il loro consumo, le foglie del broccolo possono essere gustate allo stesso modo dell’infiorescenza, la cottura più appropriata è quella che prevede il bollore perchè non vengono alterate le proprietà dell’ortaggio.

Idee di ricette con i broccoli

Sono molte le ricette a base di broccoli che è possibile sperimentare. Tuttavia, un classico da provare è sicuramente la tradizionale pasta con i broccoli. E’ possibile utilizzare la pasta corta, come le classiche orecchiette pugliesi o la pasta lunga come spaghetti e linguine. Per dare più gusto al piatto è opportuno riutilizzare l’acqua di cottura dei broccoli per cuocere anche la pasta.

Una variante può essere la pasta con broccoli e salsiccia, altri accostamenti possono essere:

  • broccoli acciughe, pinoli e uvetta
  • broccoli e spinaci
  • broccoli e lenticchie
  • broccoli e fagioli
  • broccoli e pomodoro
  • polpette di broccoli
  • torta salata ai broccoli
  • hamburger di broccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *