Come sostituire lo zucchero: assurdo, ecco cosa devi fare

Lo zucchero si trova nella maggior parte degli alimenti più golosi in circolazione: caramelle, torte, biscotti, gelati, dolci, ecc., contengono tutti più o meno molto zucchero. Nonostante sia stato sempre più demonizzato negli ultimi anni perché ritenuto uno dei colpevoli di diverse malattie (obesità, iperglicemia, diabete…), d’altro canto è senza dubbio vitale per la nostra sopravvivenza. In effetti, è lo zucchero che ci dà l’energia di cui abbiamo bisogno per la vita. Pertanto, in tutte le cose, dobbiamo imparare a trovare un equilibrio ed evitare gli abusi.

Principali alternative naturali allo zucchero

In commercio esistono moltissimi dolcificanti, sotto forma di compresse, polveri o liquidi, a basso indice glicemico. Tuttavia, a volte anche questi sono al centro del dibattito sulla loro possibile tossicità. Tuttavia, esistono alternative naturali molto efficaci e completamente prive di rischi che possono addolcire i nostri piatti e le nostre bevande.

Zucchero di canna integrale

Probabilmente il dolcificante alternativo più popolare per lo zucchero di barbabietola classico. Il saccarosio grezzo è di colore più scuro, umido e sabbioso, ma il più comune è la forma cristallina più chiara e relativamente grande, non molto diversa dal normale zucchero bianco. Viene solitamente utilizzato in tutte le preparazioni dolci, mantenendo le stesse proporzioni, ma non a tutti piace perché sprigiona un gusto più aromatico ma non troppo dolce.

Fruttosio

È uno zucchero che si trova naturalmente nella frutta e nel miele. La sua dolcezza è del 20% superiore allo zucchero tradizionale. Puoi usarlo per sostituire lo zucchero in qualsiasi preparazione. Lo svantaggio è che il costo è superiore a quest’ultimo.

Miele

Un altro buon sostituto dello zucchero, ma non adatto ai vegani. È considerata un’ottima energia naturale, che può apportare numerosi benefici al nostro organismo. Puoi sostituire il miele con lo zucchero in quasi tutti i dolci (dalle bibite ai sorbetti ai plum cake), ma la quantità è del 20% in meno (se si tratta di miele liquido, il liquido può essere ridotto anche del 15%). Inoltre, ricorda che il miele si caramella ad alte temperature (ad esempio in forno), rendendo le preparazioni (salvo una consistenza più densa) marroni: fai attenzione ai tempi di cottura e non lasciarti ingannare dal colore! Nota: In linea di massima è meglio utilizzare miele millefiori o miele di acacia, il gusto è delicato e non copre il gusto, a meno che non si preferiscano altri tipi di miele dal sapore diverso, più forte, a volte anche amaro.

Stevia

Ricavata dalle foglie della omonima pianta sudamericana, non favorisce lo sviluppo di carie e può essere consumata anche da molti diabetici. Ha un grande potere dolcificante, addirittura superiore di 300 volte rispetto allo zucchero comune. Oggigiorno si può trovare la stevia nella maggior parte dei supermercati, in farmacia e in parafarmacia, oltre che nei negozi bio e vegan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.