Attenzione a questi cibi se soffri di mal di stomaco: lo sapevi?

Lo stomaco rappresenta il fulcro del nostro corpo, e a questo livello si svolgono molte delle nostre importanti funzioni; soprattutto a livello dello stomaco, il cibo che ingeriamo subirà una trasformazione (ciò è possibile grazie all’esistenza di enzimi digestivi e alle contrazioni periodiche che accompagnano lo stomaco stesso) , questo è uno dei passaggi fondamentali per assorbire le proprietà nutritive del cibo. Il cibo che mangiamo. Lo stomaco è costituito anche da membrane mucose che secernono muco e bicarbonato, fattori coinvolti nella protezione dello stomaco dal contenuto acido nocivo in esso contenuto. Pertanto, garantire una corretta funzione gastrica è essenziale per garantire il corretto funzionamento delle attività digestive e per consentire alle cellule gastriche di implementare adeguati meccanismi di difesa quando necessario. La disfunzione dello stomaco è in realtà la causa di una serie di disturbi come il reflusso o le ulcere.

A causa di sintomi fastidiosi come pesantezza e gonfiore dell’addome, tensione e dolore allo stomaco, alitosi, gas in eccesso, nausea, eruttazione, stitichezza, diarrea, stanchezza e irritabilità, queste malattie hanno un impatto notevole sulla nostra salute fisica e mentale. . In questi casi la scelta di una dieta equilibrata è il primo fondamentale passo per tutelare la salute dello stomaco; sebbene gli effetti dei diversi alimenti varino da persona a persona, in base a molti fattori e sensibilità personali, esistono alcune misure generalmente efficaci per aiutare a garantire Buona salute dello stomaco e ripristino dell’equilibrio interno compromesso. Molti degli alimenti e delle bevande che mangiamo sono dovuti all’elevata acidità o possono rilassare il cardias (una valvola che impedisce all’acido di salire nell’esofago) e sono in grado di innescare o esacerbare disturbi quali iperacidità gastrica, gastriti, reflusso.

Oltre ad evitare di consumare velocemente elevate quantità di cibo, è sconsigliato consumare alimenti in grado di irritare la mucosa gastrica, al fine di preservarne l’integrità strutturale e funzionale, e disporre meccanismi di difesa pronti a proteggere le nostre pareti dello stomaco quando necessario. La lista degli alimenti da evitare include:

  • agrumi (arance, limoni e simili);
  • succhi di frutta e marmellate confezionate che contengono acidificanti dannosi in caso di irritazione gastrica;
  • cibi sotto sale, sott’olio o affumicati;
  • aceto, pomodori, peperoni;
  • bibite gassate, alcool cioccolato, caffè; thè alla menta;
  • cibi piccanti o speziati;
  • alimenti fritti o ricchi di grassi che rallentano la digestione, tra cui i latticini e insaccati;
  • cibi crudi o poco cotti.

Alimenti ideali per lo stomaco

Da prediligere sono invece gli alimenti leggeri, a basso contenuto lipidico, ben cotti e poco conditi che aiutano la digestione e non intaccano le pareti gastriche.

Gli alimenti ideali includono:

  • carni bianche e pesce magro cotti preferibilmente alla griglia, scottati in padella o bolliti
  • formaggi magri non fermentati
  • latte scremato o parzialmente scremato
  • carciofo, cavolo, asparagi, spinaci
  • finocchio, fagioli, carote, patate, banane, mele

Al fine di facilitare i processi digestivi, ad ogni pasto è infine consigliabile optare per un’unica fonte di carboidrati (come il pane, la pasta o il riso) ed una sola fonte di proteine (carne, uova, pesce, formaggio o legumi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.