Quale verdura contiene più ferro? Ecco la classifica

Siamo portati fin da piccolissimi a considerare il ferro un nutriente particolarmente importante perchè è effettivamente così: personaggi come Braccio di Ferro (Popeyehanno da sempre influenzato l’idea degli spinaci, notoriamente piuttosto ricchi di ferro  nell’alimentazione sopratutto dei più piccoli.

A che serve il ferro?

Il nostro corpo ha una certa difficoltà a sintetizzare il ferro che riveste ruoli assolutamente fondamentali per il nostro organismo: questo minerale, definito macroelemento data la sua importanza, è presente sopratutto nell’emoglobina presente nei globuli rossi che sono adibiti al trasporto di ossigeno nel sangue che a sua volta contiene i nutrienti necessari agli organi.

Il ferro è presente anche nella mioglobina, la proteina che rifornisce di ossigeno i muscoli, e risulta indispensabile anche per la produzione e il funzionamento l’attività di alcuni enzimi e per la produzione di diversi ormoni, oltre a contribuire alla “tenuta” del tessuto connettivo ed in generale del sistema immunitario. Il ferro è fondamentale per la crescita di bambini e ragazzi ma mantiene un’importanza fondamentale anche per gli adulti.

Quale verdura contiene più ferro? Ecco la classifica

Il ferro è contenuto in quantità variabili in diverse tipologie di alimenti, e considerato che un corpo sano riesce a gestire in maniera piuttosto efficiente un’eventuale eccesso di questa sostanza che è particolarmente presente nella carne e pesce, ma è presente anche in numerose tipologie di verdure e in buona parte dei legumi.

In genere i nutrizionisti invitano a consumare sopratutto carne e pesce per assumere una dose sufficiente di ferro giornaliera, apporto che si aggira intorno ai 14 mg, anche se per le donne il fabbisogno è spesso più elevato a causa ad esempio del ciclo mestruale.

Per i vegani e vegetariani quindi assumere ferro è un po’ più complicato, ecco una classifica delle verdure che ne contengono in maggiori quantità.

  • Cacao amaro
  • Crusca di frumento
  • Fagioli e lenticchie (crudi)
  • Soia (cruda)
  • Ceci (crudi)
  • Prezzemolo
  • Spinaci (cotti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *