Quanto vino bere al giorno per non stare male? Ecco la verità

Ci piace il vino, può renderci felici, accompagnarci, e in generale può migliorare la qualità del pranzo o della cena. Ma quanto possiamo bere? Come? Innanzitutto, per quanto riguarda la quantità, la ricerca scientifica più attendibile si concentra su un punto: la soglia limite che dobbiamo cercare di non superare è di due tazze al giorno per gli uomini e una tazza al giorno per le donne. Non superare queste soglie può evitare molti problemi, ma è ovvio che anche se il vino rosso contiene resveratrolo e altri ingredienti biologicamente attivi, questi non sono utili alla nostra salute, perché il loro contenuto è molto piccolo, quindi bisogna diffidare di chi dice un bicchiere di vino rosso aiuta a stare meglio. Il vino è una specialità locale e di prim’ordine, degustarlo renderà il pasto più gradevole perché si abbina a carne e pesce.

Questo logicamente va consumato durante i pasti o almeno mai a stomaco vuoto. Oggi poi è abitudine bere un calice di buon vino anche come aperitivo in amicizia dopo una lunga ed estenuante giornata di lavoro. Bere queste bevanda può essere salutare anche per il nostro organismo, purché non si superino le dosi consigliate e soprattutto va ricordato di non berlo prima di mettersi alla guida, per il proprio bene e per quello degli altri.

Bere una bottiglia di vino al giorno fa malissimo

Abbiamo detto nella prefazione che bere vino non è un’esagerazione, quindi diamo per scontato che bere una bottiglia al giorno sia molto negativo per molte ragioni. Innanzitutto, immagina che ci vuole circa un’ora perché un bicchiere di vino venga assorbito dal fegato e che almeno due bicchieri di vino possano essere completamente elaborati dall’organismo. È facile intuire che bere un’intera bottiglia di vino al giorno avrà conseguenze molto gravi per la nostra salute: se questa situazione continua, le conseguenze saranno alcolismo e cirrosi epatica, quindi il rischio di morte prematura è alto. Che si tratti di cibo semplice o altro, l’esagerazione fa sempre male, ma si dovrebbe prestare maggiore attenzione all’alcol, perché bere troppo alcol non crea dipendenza. Pensiamo davvero che valga la pena rovinare la vita di una persona, vogliamo solo ricordare che il vino è un piacere e non una necessità.

Conclusioni

Ci sentiamo solo di ricordare che il vino è un piacere e non una necessità e che sorseggiarlo nelle quantità consone ci mette anche di buon umore nonchè che accompagnare i cibi con il giusto sapore, però ci vuole la massima attenzione a non esagerare, la vita vostra e quella degli altri è un bene unico al mondo e va difesa a denti stretti anche a costo di evitare un piacevole calice di vino in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.