Cosa succede a chi smette di bere acqua? Pazzesco, ecco le conseguenze

Il nostro corpo è costituito per la maggior parte da acqua, ma forse non sai che la quantità varia in funzione

– della posizione geografica,
– del BMI,
– dell’età
– del sesso.

Per esempio, nel neonato  rappresenta circa il 75% del suo peso, ma dopo il primo anno scende a 65%. Da adulti la percentuale si stabilizza sul 60%, valore che scende ulteriormente con l’avanzare dell’età.

Ecco perché è sempre più importante idratarsi regolarmente, mano a mano che gli anni passano.

È un elemento essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo, perché è indispensabile per lo svolgimento di tutti i processi fisiologici e delle reazioni biochimiche:

– agisce da cuscinetto
– lubrifica le giunture
– favorisce la digestione, l’assorbimento, il trasporto e l’utilizzo dei nutrienti
– regola il volume cellulare e la temperatura corporea
– nutre il cervello e la spina dorsale
– è una buona fonte di sali minerali.

Già solo questo dovrebbe convincerti a bere regolarmente…

In che percentuale si trova l’acqua nel corpo?

– nel sangue, 83%
– nel cervello, 74,8%
– nel cuore, 79,2%
– nei polmoni, 79%
– nelle le ossa, 31%.

Quindi, perchè è importante bere?

Ogni giorno perdiamo da 2 a 3 litri di acqua a causa di sudore, urina, attività intestinali e respiratorie. Poiché queste funzioni sono in realtà cruciali, dobbiamo reintrodurre il liquido che abbiamo perso. Pertanto, mantenere un livello idrico equilibrato è fondamentale per evitare disidratazione e iperidratazione: entrambe possono avere un effetto devastante sulla nostra salute. Quando ci sono segni di disidratazione, i recettori ipotalamici nel cervello rilasciano l’ormone antidiuretico (ADH o vasopressina). Quando raggiunge i reni, produce acquaporina, un canale speciale che consente al sangue di assorbire e trattenere più acqua, determinando un’urina più densa e più scura. Questa disidratazione può causare una significativa diminuzione dell’energia, dell’umore e della pressione sanguigna, nonché segni di deterioramento cognitivo. Se disidratato, il cervello lavorerà di più per svolgere le stesse attività di un cervello ben idratato e potrebbe persino ridursi a causa della mancanza di acqua.

Ecco i benefici a lungo termine

Ogni giorno perdiamo da 2 a 3 litri di acqua a causa di sudore, urina, attività intestinali e respiratorie. Poiché queste funzioni sono in realtà cruciali, dobbiamo reintrodurre il liquido che abbiamo perso. Aumentare l’assunzione di acqua può anche aiutare coloro che soffrono di stitichezza. Inoltre, in questo caso, le bevande gassate sembrano essere più efficaci, anche se il motivo non è chiaro. Aumentare la quantità di acqua che si beve sembra ridurre il rischio di calcoli renali perché aumenta la quantità di urina che passa attraverso i reni e riduce la concentrazione di minerali, riducendo così la probabilità che si cristallizzino.

Bere acqua può anche aiutare a perdere peso, perchè:

– aumenta la sazietà
– attiva il metabolismo: bere 2 litri d’acqua al giorno determina un aumento della spesa totale di energia fino a 96 calorie.

Se bevi acqua fredda, questi benefici sembrano aumentare (attenzione a non bere acqua fredda), perché richiede al corpo di consumare più energia per riscaldarsi fino alla temperatura corporea. Che dire, ti ho dato alcuni motivi per bere acqua regolarmente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *