Cosa succede se usi lievito di birra scaduto: ecco le conseguenze

Il lievito in cucina è indispensabile per la migliore riuscita delle nostre preparazioni culinarie. Il lievito di birra è un ingrediente molto versatile in cucina, particolarmente indicato per fare pane, pizza e focacce. Le ricette di solito usano una piccola quantità, equivalente a metà o addirittura un quarto di lievito. Ma se ci accorgiamo che il nostro lievito potrebbe essere scaduto? Cosa possiamo fare? Il lievito scaduto fa male? Attenzione, ecco cosa può accadere.

La scadenza del lievito

A differenza di altri prodotti il lievito presenta una data di scadenza anticipata rispetto a quella effettiva. Per cui l’indicazione della scadenza sul nostro lievito purtroppo non è universale, nel senso che l’alimento potrebbe essere andato a male ben prima, soprattutto se mal conservato.

Da qui si deduce che il lievito scaduto fa male. Quando il lievito è scaduto e andato a male cambierà il suo colore che sarà più scuro e avrà facilità a rimanere appiccicato alle dita. Potrete inoltre notare la presenza di muffa sull’alimento. In questo caso dovrete, senza alcun indugio, buttare via il lievito nella spazzatura.

Lievito scaduto: cosa succede se lo ingeriamo

Il lievito scaduto fa male. Cosa succede se lo ingeriamo? Nota che questo è qualcosa che può succedere. Se mangiamo cibo fatto con lievito scaduto, potremmo soffrire di intossicazione alimentare. Innanzitutto il lievito scaduto non fa lievitare il preparato, quindi ciò che inghiottiamo continuerà a fermentare nel nostro stomaco, portando a pesare. Insieme alla tossicità del cibo, sentiamo prima nausea, poi vomito, forti crampi addominali, diarrea, sudorazione profusa, vertigini e fino a perdere conoscenza.

Pertanto, è meglio utilizzare il nostro lievito dopo l’acquisto, quando decidiamo di preparare una torta o un pane e vogliamo farlo subito. È meglio non comprare il lievito e lasciarlo nel magazzino, pensando che tornerà utile in futuro.

Come capire se il lievito è ancora buono

Supponiamo di avere del lievito che non è ancora scaduto. Sappiamo che potrebbe essere ancora brutto. Come possiamo verificarne lo stato e scoprire se è ancora disponibile? Il trucco è sciogliere 1 cucchiaino di zucchero in 1 tazza di acqua tiepida, quindi mescolarvi 1 bustina di lievito. Se il lievito si attiva aggiungendo la miscela nel bicchiere e facendo schiuma entro 10 minuti, va benissimo. Altrimenti, se lievito e acqua e zucchero insieme non hanno effetto sul nostro bicchiere, verrà buttato.

Come conservare il lievito

Come conservare al meglio il nostro lievito? L’ideale è tenerlo lontano da aria, umidità e fonti di calore che ne alterano le caratteristiche e la consistenza. Il sacchetto di lievito chiuso deve essere conservato in un luogo fresco e asciutto, come un cassetto dell’armadio da cucina. Una volta aperto, il contenuto deve essere refrigerato in un contenitore ermetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.