Quante noci mangiare per abbassare il colesterolo? Ecco la verità

Le noci apportano diversi benefici al nostro organismo. Molte persone vogliono sapere se questi effetti hanno anche effetti ipocolesterolemizzanti. Allora possiamo confermare che questo è vero. Occorre però precisare il motivo e la quantità di noci che beneficiano di queste caratteristiche. Secondo alcuni studi scientifici, infatti, consumare circa 40-80 grammi di noci al giorno nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata provocherà una diminuzione del colesterolo delle lipoproteine ​​a bassa densità mantenendo inalterato il livello del colesterolo delle lipoproteine ​​ad alta densità. . I medici consigliano di mangiarne tra le 3 e le 4 al giorno, tale limite permette di abbassare in modo sensibile il colesterolo. Sebbene le noci apportino diversi benefici al nostro corpo, dovresti comunque ricordare che contengono molte calorie, quindi non dovresti mangiare troppo. La situazione ideale è mangiare le noci come spuntino fuori pasto, non abbinarle ad altri alimenti, al massimo possono essere abbinate a yogurt bianco magro, insalata o macedonia.

I benefici delle noci

L’effetto benefico delle noci sul colesterolo è dovuto al suo alto contenuto di acidi grassi omega-6 e omega-3, che si trovano in grandi quantità solo in alcuni alimenti: pesce, olio di lino, canapa e colza, e naturalmente noci. Questi acidi grassi polinsaturi possono abbassare il colesterolo lipoproteico a bassa densità e i trigliceridi nel sangue, lasciando inalterato o leggermente elevato il colesterolo lipoproteico ad alta densità. Le noci contengono anche arginina, un potente amminoacido che può rendere flessibili le arterie e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Contengono anche molta vitamina E, che agisce come antiossidante, quindi può combattere i radicali liberi, che possono attaccare le cellule del nostro corpo e causare l’invecchiamento precoce della pelle. Inoltre, la vitamina E, insieme all’arginina e agli omega-3, può prevenire la formazione di placche aterosclerotiche. Infine, le noci, sono anche ricche di fibre e fitosteroli, che servono a ridurre l’assorbimento a livello intestinale dei lipidi provenienti dall’alimentazione. Per quanto riguarda l’aspetto nutrizionale, 100 grammi di noci secche contengono: Energia 612 KCal; Carboidrati 12.05 g; Proteine 24.9 g; Grassi totali 56.98; Grassi saturi 1.306 g; Grassi monoinsaturi, tot. 10.425 g; Grassi polinsaturi, tot. 42.741 g (di cui omega-sei 33.727 g, omega-tre 8.718 g); Colesterolo 0 mg; Vitamina E 3.85 mg.

Colesterolo e noci: alcune precauzioni

Quindi, appurato che si può abbassare il colesterolo con le noci, si deve precisare che vanno anche prese delle precauzioni all’interno della dieta. Le noci sono considerate ipercaloriche e aumentarne il consumo per abbassare il colesterolo e promuovere la salute cardiovascolare potrebbe però far lievitare il nostro peso corporeo. Tutto questo naturalmente è controproducente perché l’obesità è una delle principali cause delle malattie cardiovascolari. Quindi, sarebbe raccomandabile, mangiare le noci in sostituzione e non in aggiunta di alimenti spezza fame ipercalorici come le patatine o le brioche. E’ fondamentale porre un occhio attento al monte calorico della dieta evitando gli eccessi per il bene della salute del cuore e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.