“Non mangiare questi alimenti!”: sono dannosi per il nostro organismo

Le festività natalizie sono spesso sintomo di grandi mangiate, spesso consumate in compagnia di familiari, ed anche per questo mangiare quantità di cibo superiori al normale può farci sentire meno “colpevoli”.

La cultura del benessere

Del resto la cultura del benessere, che negli ultimi anni ha trovato sbocchi importanti sopratutto grazie ai mass media e alla diffusione di internet, quasi ci “impone” di non esagerare con il cibo, sia per quanto riguarda la quantità che le tipologie. Tutti infatti siamo a conoscenza che molti cibi, spesso particolarmente saporiti ed invitanti, “fanno male” in senso generico ma spesso non siamo a conoscenza in maniera più specifica dei possibili effetti negativi per il nostro organismo.

“Non mangiare questi alimenti!”: sono dannosi per il nostro organismo

Quasi tutti i supermercati sono realmente “invasi” da prodotti di origine industriale, i cui effetti sono solitamente non positivi, sopratutto se consumati in quantità eccessive. Alcuni alimenti sono riconosciuti da anni come “dannosi”, come i wurstel, mentre altri potrebbero addirittura sorprendere.

La margarina, per molto tempo defnita l’alternativa “vegetale” al burro, non fa “meno male”, nonostante sia sviluppata da oli vegetali visto che il processo di idrogenazione che subentra durante la produzione “confonde” l’organismo che la consuma, facendo aumentare i livelli di colesterolo.

Le patatine fritte sono da evitare, visto l’alto contenuto calorico ed il processo di cottura dell’amido tramite la frittura scatena una sostanza cancerogena definita acrilammide.

Insaccati e salumi contengono sodio in quantità e numerosi conservanti indispensabili per la conservazione della carne. Rischio per chi soffre di colesterolo e glicemia elevati, e maggior probabilità di contrarre problemi al pancreasa per chi ne fa largo uso.

Anche i gelati industriali, nonostante l’apparenza, vengono spesso realizzati con l’apporto di additivi, coloranti e conservanti, che hanno un effetto negativo sopratutto nel corso del tempo, oltre a contenere un enorme quantitativo di zuccheri.

Sottilette, molto utilizzate come condimento e come “ripieno” dei toast, sono realizzate con il latte concentrato e siero di latte, amido modificato e in generale formaggi di bassa qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.