Bere aceto di mele dopo pranzo: ecco cosa può accadere

2
91
aceto mele pranzo

L’aceto di mele rappresenta un prodotto da sempre presente nei supermercati e quindi facilmente reperibile ma che ha avuto un successo crescente negli ultimi 10-15 anni, grazie sopratutto all’influenza del web che da tempo ha scoperto le numerose proprietà di questa particolare tipologia di aceto, che viene ricavato dal sidro o dal mosto delle mele.


Talky Music è un sito web di informazione inserito in Google News con notizie aggiornate 24 ore su 24

La colorazione dell’aceto di mele può essere piuttosto variegata, visto che può essere trasparente ma sempre più spesso viene utilizzata la varianten on pastorizzata, definita anche “cruda”, riconoscibile per il colore torbido e che contiene anche dei filamenti segno di una minore “raffinazione”. Ad oggi è possibile acquistarlo nei supermercati, nelle drogherie ma anche nei negozi che forniscono prodotti biologici.

Le proprietà benefiche

Presenta un contenuto quasi nullo di grassi, e un apporto calorico inferiore alle 25 calorie per 100 grammi, di contro fornisce un apporto importante di sali minerali, come calcio, magnesio, ferro, fosforo, potassio e zinco. Il suo utilizzo è sopratutto alimentare, più nello specifico come condimento di carne, pesce oppure per le insalate ma viene anche sfruttato come conservante di numerosi cibi, sopratutto nel sud-est asiatico.

Bere aceto di mele dopo pranzo: ecco cosa può accadere

L’uso dell’aceto di mele sta trovando grande applicazione sopratutto in contesti “dimagranti”: il limitato apporto calorico, unito ad un elevato potere saziante e disinfettante. Anche se non è mai consigliato bere aceto di mele “puro”, essendo molto acido, berlo diluito può essere molto utile sopratutto dopo i pasti: assunto regolarmente aiuta a sgonfiare l’addome e a favorire la digestione, contribuisce a migliorare la salute di unghie e capelli oltre a stimolare la crescita di questi ultimi e dopo cena può rendere più sereno il sonno.

Il consumo va evitato o quantomeno limitato per i pazienti diabetici, visto che non è ancora stato dimostrato un effetto positivo o negativo per questa condizione particolare, e per chi soffre di irritazioni di stomaco.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here