Cosa succede a chi mangia patatine fritte con il diabete? Ecco la risposta

Le patate fritte sono uno dei cosiddetti fast food. Inoltre, rientrano esattamente nella categoria del cibo spazzatura; questa classificazione piuttosto peggiorativa è giustificata dal profilo nutrizionale e dal ruolo nutrizionale delle patate fritte nella dieta occidentale; capiremo meglio il perché di seguito.
Le patate fritte dovrebbero far parte di un contorno, anche se in realtà una porzione (200-250 g) soddisfa 1/4 o 1/5 dell’energia totale richiesta da un organismo adulto, quindi circa il doppio o il triplo della quantità di un contorno. Le patate fritte sono ricche di carboidrati e grassi. Le porzioni abbondanti possono essere molto dannose per le persone con diabete perché aumentano la glicemia. Fai attenzione perché sono anche ricchi di amido.
Sebbene le patate siano un ortaggio ricco di amido, i diabetici possono impedire l’aumento della glicemia inserendole in una dieta sana. I diabetici devono conoscere il contenuto di carboidrati di ogni pasto. Devi stare attento a come li cucini per non aumentare la glicemia. Le patate intere hanno un indice glicemico inferiore rispetto alle purè o alle patate a cubetti. Lasciare che le patate si raffreddino leggermente prima di mangiarle può aiutare a ridurre la glicemia. Il modo più salutare per cucinare le patate è bollire le patate.

Cosa c’è di male nelle patate fritte?

Sono ricchi di grassi saturi. Mangiare troppe di queste sostanze sature può aumentare i livelli di colesterolo cattivo e può portare a malattie cardiache e ictus. Una persona dovrebbe limitare l’assunzione di grassi saturi a non più del 10% delle calorie totali. Poiché sono fritte in olio idrogenato, le patate contengono molti grassi trans. Questi aumentano il colesterolo cattivo e abbassano il colesterolo buono. Ciò può aumentare il rischio di malattie cardiache. Un potenziale pericolo di mangiare cibi fritti ricchi di amido come le patate fritte è l’acrilammide. Questa sostanza chimica può causare il cancro.

Quale pasta è consigliata per i diabetici?

Devi concentrarti sul basso contenuto di carboidrati perché non aumenta immediatamente la glicemia. Questa versione a basso contenuto di carboidrati è composta da fonti alternative di farina, come fagioli, ceci o verdure che sono molto ricche di fibre alimentari. Questi sono indigeribili e non influenzano la glicemia. Tutto ciò significa che alcune paste a basso contenuto di carboidrati sono ricche di proteine ​​piuttosto che ricche di carboidrati. È bene sapere che le calorie per grammo di proteine ​​e carboidrati sono le stesse. La maggior parte dei piatti di pasta a basso contenuto di carboidrati hanno calorie simili o solo leggermente inferiori rispetto alla pasta normale.

Cosa succede se mangi troppe patatine?

Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, mangiare due o più volte a settimana può raddoppiare il rischio di morte negli adulti. Molti studi scientifici hanno affrontato questa domanda. Gli imputati erano per lo più patate surgelate, pronte per essere gustate. Ecco cosa succede:

  • Aumentano il rischio di cancro
  • Aumentano la pressione
  • Ti fanno ingrassare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.