Cosa succede a chi mangia formaggi magri con colesterolo e glicemia? Ecco la verità

Chi ama il formaggio spesso si trova a dover rinunciarci a causa del diabete, del colesterolo alto o dell’intolleranza. Per mantenere i picchi di zucchero nel sangue o di colesterolo LDL sotto certi livelli, è necessario seguire una dieta specifica. Inoltre, l’attività fisica deve essere inserita nella routine quotidiana. Dopotutto, è incredibile quanto velocemente si possa abbassare il colesterolo cattivo e quanto tempo bisogna camminare per abbassare quei valori senza usare farmaci.

Un’altra buona notizia sono i tipi di formaggi che puoi aggiungere alla tua dieta senza compromettere la tua salute. I nostri esperti elencheranno i 5 formaggi più magri che possono mangiare le persone con diabete, intolleranza al lattosio e colesterolo alto.

Formaggi magri

I formaggi magri sono quelli con tra il 10% e il 25% di grassi. Al contrario, la percentuale di grasso è inferiore al 10% nei latticini ricchi di nutrienti, come la ricotta, che è un prodotto caseario. Una recente ricerca universitaria mostra persino che mangiare quantità moderate di latticini e formaggio ogni giorno può aiutare a prevenire il diabete di tipo 2.

Infatti, eliminare completamente il consumo di formaggio dai programmi alimentari è dannoso perché sono una fonte di proteine ​​e una carenza può portare alla malnutrizione. Le persone con diabete e ipercolesterolemia dovranno dire addio ai formaggi grassi come mascarpone, pecorino, provolone stagionato e altro ancora.

Pertanto, le persone con diabete devono sempre consumare Grana Padano e Parmigiano con un 1,8% al 2,5% di grassi con moderazione. Inoltre possono mangiare la ricotta, che non è formaggio, e i quark ottenuti dalla pastorizzazione del latte a 85°C.

I 5 formaggi più magri per diabetici, intolleranti al lattosio e colesterolo alto

D’altra parte, coloro che hanno bisogno di gestire il colesterolo alto possono mangiare formaggio fresco a basso contenuto di grassi. Allora vai avanti e gusta Grana Padano, Parmigiano e formaggi stagionati con grassi insaturi. Altrettanto importante, il latte da consumare deve essere soltanto quello parzialmente scremato perchè contiene una percentuale inferiore di grassi.

Le persone con intolleranza al lattosio, invece, dovranno limitarsi a formaggi che non contengono questo disaccaride. Quindi gli intolleranti al lattosio possono mangiare il gorgonzola, il provolone dolce o affumicato, il pecorino condito, l’emmental, il parmigiano e il padano. Nonostante l’intolleranza, alcuni soggetti possono mangiare formaggio con molti lattobacilli senza conseguenze negative. Appartengono a questa categoria di latticini l’Asiago, il quark, il taleggio, la feta, il caciocavallo, il brie, la caciotta, ecc.

N.B. Le informazioni contenute in questo articolo sono solo a scopo informativo e non intendono sostituire in alcun modo il parere del medico e/o l’opinione di esperti. Inoltre, non costituiscono elemento di formulazione diagnostica o di prescrizione terapeutica. Per questo, in ogni caso, è sempre consigliabile chiedere il parere di un medico o di uno specialista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.