Perchè i gatti miagolano? La verità lascia tutti senza parole

Il fascino scaturito dai gatti influenza gli esseri umani da millenni che hanno iniziato ad domesticare questi animali circa 7500 anni prima di Cristo, un lasso di tempo molto più tardivo rispetto al cane, con il quale ha condiviso e condivide tutt’ora motivazioni strettamente pratiche: i felini infatti hanno svolto da subito compiti di “cacciatori” sotto il controllo degli agricoltori per stanare roditori ed altri piccoli animali dai raccolti.

L’utilità ma anche la capacità di adattamento di questi animali ha permesso di entrare a far parte di numerose culture molto antiche fino all’epoca moderna, contesto nel quale il gatto ha mantenuto uno status di animale domestico per eccellenza, non perdendo mai il fascino ombroso e misterioso che da sempre lo contraddistingue.

Perchè i gatti miagolano? La verità lascia tutti senza parole

Uno dei versi animali più risconoscibili anche dai bambini piccoli è il caratteristico miagolio, che rappresenta anche il modo di comunicare più semplice da riconoscere da parte degli esseri umani.

Un gatto può miagolare quasi subito dopo la nascita, solitamente per “prendere confienza” con l’ambiente che lo circonda, anche se gradualmente i felini tendono a miagolare poco per comunicare con i propri simili, eccezion fatta per fasi come l’acoppiamento, mentre in quasi tutti i casi il caratteristico miao viene utilizzato per interagire con gli esseri umani, sopratutto se sono stati abituati a farlo fin dalla tenera età. I gatti che miagolano con maggior frequenza ed insistenza sono i siamesi.

Il miagolio più comune è una richiesta di attenzione, che può essere di durata ed intensità più o meno lunga a seconda del contesto (richiesta di attenzioni o cibo), mentre miagolii più acuti manifestano insofferenza e nervosismo (può essere accompagnato da un suono dei denti che battono), un miagolio persistente è sintomo di stress.

Un suono che ricorda un trillo è un’altra richiesta di attenzione, solitamente relativa alla richiesta di essere seguito in qualche luogo, mentre le fusa manifestano affetto e benessere generale, mentre un gatto spaventato porterà il gatto a “brontolare”. Un padrone attento impara nel giro di pochi mesi il livello di comunicazione del proprio gatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.