Cosa succede a colesterolo e digestione dopo uno spuntino notturno?

Cosa succede alla digestione e al colesterolo quando soccombiamo alla fame e ci concentriamo sugli spuntini a tarda notte? Diamo un’occhiata insieme.

Molte persone soffrono di malattie dell’apparato digerente e del colesterolo, principalmente a causa del loro stile di vita e dieta completamente sbagliati. Infatti bisogna sempre tenere in mente che ciò che mangiamo influisce notevolmente sulla nostra salute poiché il nostro corpo assorbe ed elabora tutte le sostanze che riceve dall’esterno.

In particolare, una cattiva abitudine di cui molte persone dovrebbero sbarazzarsi sono gli spuntini a tarda notte. La fame nervosa, la noia, la voglia di dolci possono far venire voglia di aprire il frigorifero la sera o a tarda notte. Tuttavia questa abitudine non fa per niente bene alla salute e alcuni studi lo dimostrano.

Spuntino notturno da eliminare: ecco cosa succede alla nostra salute

Una ricerca molto interessante è stata fatta a Taiwan. La Taipei National Yang Ming University ha intervistato più di 1.200 persone. La dieta proposta per l’esperimento è stata studiata per distribuire in maniera equilibrata grassi, proteine ​​e carboidrati durante le diverse fasi della giornata. Questi sono colazione, pranzo, pomeriggio, merenda e cena.
Le persone vengono quindi sottoposte a regolari esami del sangue per controllare la glicemia, il colesterolo, i trigliceridi e il colesterolo totale. I ricercatori hanno confrontato attentamente tutti i dati e hanno scoperto che mangiare di notte (anche a tarda notte) aumenta il colesterolo cattivo. Ciò è particolarmente vero se si mangia grasso. Quindi, la conclusione è questa: il corpo lavora secondo un certo ritmo. Al mattino e al pomeriggio riesce a mantenere attivo il metabolismo, ma di notte, avvicinandoci alle fasi del sonno, questo rallenta. Per questo motivo, in questa fase non hai l’energia per una corretta digestione. Ciò influisce notevolmente sui livelli di colesterolo e zucchero nel sangue, quindi gli esperti raccomandano di evitare di mangiare a tarda notte, evitare spuntini notturni e mantenere la cena leggera. Le persone che non seguono queste linee guida sono a maggior rischio di diabete e malattie cardiovascolari, come infarto e ictus.

Cosa succede se si cena a tarda sera?

A tutti sarà capitato, almeno una volta, di avere fame a tarda sera. Ci sono anche regioni in Italia in cui le persone, per vera abitudine, amano mangiare dopo le 21, seguendo più o meno consapevolmente la via spagnola.

Ma per capire se e come mangiare a tarda notte fa male alla salute, dobbiamo definire cosa significa essere “in ritardo”. Non esiste una definizione uniforme al riguardo: alcuni studi suggeriscono che l’ultimo pasto della giornata debba essere consumato almeno 2 ore prima di coricarsi, altri ipotizzano che la cena debba essere servita entro le 18:00.

In ogni caso, lo scopo è quello di permettere all’organismo di digerire e assorbire i nutrienti prima della fase del sonno.

Nota bene

Le informazioni in questo articolo sono solo a scopo informativo. Non conosciamo le abitudini alimentari dei nostri lettori e le possibili intolleranze, quindi ti consigliamo di chiedere al tuo medico gli alimenti che potrebbero essere dannosi per la tua salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.