Cosa succede a chi mangia il sale con l’ipertensione? Ecco le conseguenze

Gli studiosi della Boston University School of Medicine hanno scoperto che la pressione alta non aumenta con un’elevata assunzione di sale. In effetti, l’uso eccessivo di sale stimola il sistema nervoso simpatico, inducendolo infine a produrre più adrenalina. L’adrenalina provoca una costrizione arteriosa più pronunciata, che alla fine porta all’ipertensione. Questo fenomeno è chiamato “espansione ipertensiva del volume“. Gli stessi studiosi ritiengono che l’eccesso di sale nel sangue possa anche portare a una maggiore ritenzione di liquidi nel sistema arterioso, il che porta tutti a un aumento del volume sanguigno e della pressione della parete arteriosa. Questo è il modo in cui il sale provoca un aumento dello stress.

Quanto sale puoi mangiare in un giorno?

In circostanze normali, gli adulti necessitano da 100 a 600 mg di sodio al giorno. Traducendolo significa da 0,25 a 1,5 grammi di sale. Tuttavia, secondo alcuni studi, la dieta italiana media fornisce quasi 12 grammi di sale al giorno. In questo modo, la domanda effettiva viene superata di dieci volte. Mangiare troppo sale o cloruro di sodio può aumentare la pressione sanguigna, che può aumentare il rischio di malattie dei vasi sanguigni, del cuore e dei reni. Troppo sale può anche portare a tumori allo stomaco e forse anche all’osteoporosi, soprattutto nei gruppi ad alto rischio. Pertanto, in cucina la quantità di sale dovrebbe essere ridotta. Tra vari tipi di sale quello che contiene l’aggiunta di iodio è il migliore per la salute.

Quali alimenti contengono più sale?

Nella pizza si possono raggiungere fino a 760 mg di sale tra il sale dell’impasto e la mozzarella utilizzata per farcirlo. Le salsicce sono condite con abbondante sale, di solito fino a 1050 mg per porzione. Negli arrosti, spesso si usa troppo sale per condire. Il pollo arrosto può contenere fino a 600 mg di sodio. Particolare attenzione deve essere prestata alle patate fritte che possono contenere molto sale. Attenzione anche a zuppe, panini e formaggi già pronti. Solo un etto di parmigiano contiene 1,6 grammi di sale. Una sottiletta contiene 3,11 grammi di sale.

Quali alimenti possono sostituire il sale?

Le spezie possono essere usate per eliminare il sale nelle ricette. Inoltre possono essere utilizzate anche per migliorare il sapore di cibi come broccoli e cavolfiori e sono consigliate per l’organismo per le loro proprietà benefiche. Lo zenzero aiuta la digestione e il cumino è un’ottima fonte di ferro. Il succo di limone può anche essere usato al posto del sale. Può essere spremuto direttamente sulle foglie di insalata. Anche le erbe aromatiche come prezzemolo, salvia, basilico, rosmarino e maggiorana svolgono un ruolo importante. Grazie al loro gusto e odore forti, sono un ottimo rimedio per fare deliziose e non salate. Il pepe può anche essere usato al posto del sale. La sua piccantezza dona sapore ai cibi più insipidi senza nemmeno aggiungere un grammo di sale.

Come sbarazzarsi del sale in eccesso nel corpo?

Per eliminare il sale in eccesso nel tuo corpo, devi bere molta acqua. L’idratazione è uno dei modi più efficaci per eliminare le tossine e i nutrienti in eccesso dal tuo corpo. Gli uomini dovrebbero bere circa tre litri di acqua al giorno. Due litri e mezzo per le donne. Il sale può essere escreto anche attraverso l’attività fisica. Infatti, quando sudiamo, il corpo espelle acqua e sale. La maggior parte delle persone consuma troppo sodio ma non abbastanza potassio. Devi mangiare cibi ricchi di potassio per sbarazzarti del sodio in eccesso. Soprattutto patate al forno con la buccia, banane, avocado, verdure a foglia verde come spinaci o barbabietole e fagioli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.