Perchè l’acquario si sporca subito? Ecco da cosa può dipendere

0
90
acquario sporca subito

Prendersi cura di un acquario rappresenta un impegno vero e proprio ma che può portare a grandi soddisfazioni e garanatire una “casa” ai nostri pesci, oltre che ad essere un ottimo modo per dare un tocco di unicità alla casa. La “manutenzione” della vasca prevede prima di tutto un cambio di acqua da effettuare a ritmo settimanale, ma prevede anche un controllo dello stato dell’acqua, attraverso ad esempio l’utilizzo del biocondizionatore, oltre ad un certo equilibrio tra gli animali presenti al suo interno, eccetera.


Talky Music è un sito web di informazione inserito in Google News con notizie aggiornate 24 ore su 24

Tra le problematiche più diffuse, nonchè tra quelle più frustranti risulta essere il rapido intorbidimento dell’acqua, magari a poca distanza da un ricambio della stessa. Da cosa può essere causato?

Perchè l’acquario si sporca subito? Ecco da cosa può dipendere

L’acquario è una sorta di “simulatore” dell’ecosistema marino, ovviamente con delle più che discrete differenze: questo ambiente viene condizionato dall’illuminazione, sia naturale sia artificiale ma anche causata da quantità di cibo o di animali presenti all’interno dell’acquario, ma anche troppe alghe possono influire in tal senso.

Anche la ghiaia se non sufficientemente “pulita” tende a sviluppare una sorta di sabbia molto fine che rende progressivamente meno limpida l’acqua, sopratutto se presenta quantità eccessive di rifiuti organici.

Un errore piuttosto comune è quello di aumentare la frequenza del cambio di acqua oppure lavare troppo “a fondo” il concenuto dell’acquario: rappresentando un ecosistema in miniatura, anche una non sufficiente presenza di batteri “buoni” influisce sulla pulizia della vasca. Una buona idea è quella di collocare al suo interno un filtro di spugna, rocce di medie-grandi dimensioni e pezzi di legno. Esistono anche piante acquatiche molto specifiche aiutano a tenere l’acqua pulita, che necessita di essere cambiata una volta a settimana ma non in maniera completa, ma sostituendo solo il 20-30 % alla volta, facendo “riposare” quella “nuova” per almeno un paio di giorni.

E’ essenziale anche trovare il filtro giusto, e assicurarsi che questo venga ripulito con una buona regolarità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here