Attenzione a mangiare kiwi con il colesterolo: ecco cosa può accadere

0
84
kiwi con il colesterolo

Secondo uno studio condotto a Taiwan, due kiwi al giorno possono abbassare notevolmente il colesterolo. Infatti, il livello di colesterolo buono aumenta e diminuisce il livello di colesterolo cattivo. Questo risultato è stato confermato anche da uno studio norvegese, secondo il quale da due a tre kiwi al giorno hanno ridotto i livelli di trigliceridi del 15%. Tutto questo grazie al fatto che i kiwi contengono solo 0,02 grammi di grassi saturi, che in genere fanno aumentare il colesterolo. Ciò riduce anche la presenza di fibra solubile nel kiwi, che forma un gel appiccicoso nell’intestino che ostacola l’assorbimento del colesterolo nell’intestino. Un kiwi contiene circa 1,7 grammi di fibra, di cui 0,7 è fibra solubile. La polpa di un kiwi è composta per circa il 3% da fibre. La fibra non viene digerita nell’intestino. Infatti, una volta raggiunto il colon, permettono ai batteri di crescere, che possono avere un effetto positivo sulla salute.


Talky Music è un sito web di informazione inserito in Google News con notizie aggiornate 24 ore su 24

Da un lato riducono il rischio di sviluppare il tumore del colon-retto e dall’altro migliorano il transito intestinale con riduzione dell’assorbimento di colesterolo.

Come mangiare il kiwi?

Un dissetante frullato di kiwi è un ottimo integratore naturale. Per servire, sbucciare e tagliare a pezzetti i kiwi. Metterli in un frullatore e aggiungere un po’ di latte e miele. Mescolare fino a raggiungere la consistenza desiderata. Puoi anche aggiungere acqua se è troppo densa. Per questo frullato è importante acquistare sempre frutta fresca e, se possibile, di stagione. Per renderlo più cremoso, potete sostituire il latte con una pari quantità di yogurt bianco. Pertanto, la fermentazione dell’acido lattico viene aggiunta a vitamine e minerali. Se invece volete un frullato vegano, basta sostituire il latte con la soia. Aggiungere anche un pezzo di zenzero, zucchero di canna e qualche cubetto di ghiaccio. Sono disponibili anche frullati vegani. Lo zucchero può essere sostituito con fruttosio, miele o stevia.

I kiwi sono facili da digerire?

Contiene un composto vegetale chiamato actinidina, che può aiutare a scomporre le proteine. Gli studi hanno scoperto che l’estratto di kiwi contenente kiwi può migliorare la digestione della maggior parte delle proteine. Il kiwi, un frutto originario della Cina, è noto per le sue proprietà curative perché è ricco di un enzima chiamato kiwi proteasi. Questa molecola funziona in modo molto simile alla bromelina e alla papaina. Agisce come catalizzatore per la digestione delle proteine. Infatti, è stato utilizzato nella medicina orientale per curare vari disturbi. Non c’è niente di più salutare e digeribile di una macedonia di kiwi, papaia e ananas. Secondo gli esperti, infatti, i loro tre enzimi agiscono in modo diverso una volta entrati nello stomaco. Quindi, quando vengono usati insieme, si prendono cura del nostro sistema digestivo in un modo senza precedenti. Non siamo abituati a pensare alla frutta come digestivo. La ricerca mostra che mangiare frutta in determinati momenti della giornata può aiutare con la digestione. Per questo motivo la frutta va consumata lontano dai pasti per evitare fastidiose fermentazioni e la produzione di aria che provoca piogge di meteoriti. I kiwi sono ricchi di vitamina C, che aiuta a fissare il ferro negli alimenti. Questo è il pasto di frutta perfetto. Grazie al suo alto contenuto di potassio, il kiwi può diluire il sodio di salumi e formaggi e favorire la disponibilità delle proteine ​​in essi contenute. Uno studio ha mostrato che 2 kiwi al giorno per 4 settimane hanno migliorato i movimenti intestinali, che a loro volta hanno facilitato i movimenti intestinali nelle persone con sindrome dell’intestino irritabile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here