Cosa succede a chi mangia le fragole con la glicemia alta? Ecco la risposta

Non tutti sanno che puoi mangiare le fragole quando vuoi controllare la glicemia. Come scrive il sito www.diabete.net, le fragole possono essere consumate quotidianamente alternativamente ad altri frutti. Il segreto, infatti, per conciliare il consumo di frutta con il glucosio è scegliere prodotti a basso contenuto di zuccheri e quindi a basso indice glicemico. Le fragole infatti hanno un indice glicemico di 25.

Nichel. Nelle fragole ci sono 4 microgrammi di nichel per 100 grammi di frutta. Contiene anche allergeni che possono causare allergie. I sintomi più comuni sono quelli facilmente riscontrabili nelle forme di allergia da altre fonti alimentari: nausea, vomito, diarrea, disfagia, rinite, congiuntivite, angioedema, orticaria e reazioni allergiche anche gravi. Chiunque sospetti di essere allergico alle fragole dovrebbe contattare un medico e non esagerare.

Ossalati. La concentrazione di ossalato nelle fragole non è elevata. Queste sostanze sono composti che causano la formazione di calcoli renali se combinati con il calcio. Le fragole sono un potente purificatore del sangue, possono prevenire la ritenzione idrica. Sono anche diuretici, quindi sono molto utili per eliminare le tossine attraverso i reni. Le persone con calcoli non dovrebbero mangiare troppo cibi contenenti ossalato. Le fragole possono essere sicure.

Omega-3. Conosciamo tutti l’importanza di questi grassi buoni. Tuttavia, chiunque abbia la glicemia deve stare molto attento. Non c’è un’alta concentrazione di omega-3 nelle fragole. La maggior parte si trova nei fagioli rossi, nei germogli di soia, nella soia e nei germogli di soia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha condotto alcuni studi mirati. È stato scoperto che gli integratori di omega-3 non avrebbero portato molti benefici.

Potassio. 100 grammi di fragole contengono 153 mg di potassio. È importante per abbassare la pressione sanguigna, ma è anche importante per regolare la frequenza cardiaca. La luteina appartiene al gruppo dei carotenoidi e si trova anche nelle fragole. Questa molecola ha forti proprietà antiossidanti. È particolarmente concentrato a livello dell’occhio e della retina. È essenziale per la salute del sistema visivo.

Ferro. C’è pochissimo ferro nelle fragole. La frutta contiene solo 0,41 mg di ferro. Come afferma il sito web www.diabete.net, se si consuma troppo ferro, può essere un fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.