Come si conservano i fiori per sempre? Ecco il trucco della nonna

I fiori hanno da sempre un incredibile valore culturale e sociale che da sempre riesce a coinvolgere praticamente ogni forma di civiltà e cultura: considerati fonte di vita, e manifestazione estetica della natura in una delle sue forme più pure ed evidenti e gradevoli. La vita del fiore è solitamente piuttosto breve: quello che viene chiamato con questo nome costituiscono quelli che strutturalmente sono degli organi riproduttivi delle piante angiosperme. Fin dall’antichità diverse tecniche di conservazione oltre il ciclo di vita naturale ha permesso di poter godere se non dell’odore quantomeno dell’aspetto dei fiori.

Come si conservano i fiori per sempre? Ecco il trucco della nonna

Risulta infatti triste e spesso un vero peccato veder appassire i fiori, che sopratutto quando sono recisi, risultano avere una vita piuttosto breve. Abbiamo già analizzato la già conosciuta possibilità di essiccarli, tecnica che permette, se portata avanti correttamente di poter ottenere un bouquet anche di alcuni anni.

In realtà ogni categoria di fiore risulta avere una tecnica adatta per la conservazione. Quella già citata prevede di mettere a “testa in giù” un bouquet di fiori per alcune settimane in un luogo fresco e meno umido possibile, ma esiste anche la tecnica del libro, che permette di ottenere una sorta di essiccazione, sistemando i fiori tra le pagine di un libro.

Tipologia di fiori dai petali più carnosi richiedono altre forme di conservazione: le farmacie vendono ad esempio un preparato a base di glicerina che ha l’effetto di rimuovere completamente ed in breve tempo l’umidità dal fiore.

fiori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.