Il rimedio infallibile per pulire coperte e plaid, prima di posarli

Se sei in cerca di un rimedio infallibile per pulire coperte e plaid, sei nel posto giusto. Con l’arrivo della bella stagione è tempo di dedicarsi al cambio armadio. In questi giorni si pulisce la biancheria di lana o in pile per fare spazio a quella più leggera, adatta all’estate.

Copriletto, piumini e plaid che abbiamo largamente usato fino a qualche settimana fa, dovranno essere ripiegati e riposti in un angolo remoto dell’armadio in attesa che arrivi un nuovo inverno. Prima di metterli via, però, è necessario lavarli e igienizzarli con cura, per eliminare macchie, polvere e cattivi odori.

Pulire coperte e plaid: il rimedio infallibile

Il timore più comune, quando si puliscono coperte e plaid di lana o in pile, è quello di rovinarli. Se non vuoi che i tuoi piumini si infeltriscano, s’induriscano o, peggio ancora, si ricoprano di sgradevoli pallini, dovrai seguire i giusti accorgimenti.

Coperte e plaid di lana

Lavaggio a mano

Pulire coperte e plaid, specie se si tratta di capi delicati o di accessori cui siamo particolarmente affezionati, può incutere timore. Il rischio di sciuparli, rendendoli ruvidi e sbiaditi è dietro l’angolo. Se non vuoi sbagliare, ti basterà prendere alcune particolari accortezze.

Il rimedio infallibile per pulire plaid e coperte di lana rimane il lavaggio a mano. Dopo aver riempito una bacinella con acqua tiepida potrai immergervi il plaid. Con una saponetta di puro sapone di marsiglia o, se preferisci, un detersivo liquido specifico, potrai lavare la tua coperta di lana.

Strofina delicatamente, in modo tale da non rovinare le trame del tessuto. La lana non tollera gli sbalzi termici, ragion per cui ti converrà utilizzare durante il lavaggio acqua tiepida o fredda. Quando avrai finito di insaponare, dovrai svuotare il recipiente per cambiare l’acqua. Non sciacquare le coperte con la stessa acqua!

Immergi quindi il plaid più volte fino a che non sarà sparita ogni traccia di schiuma. Infine, strizza con estrema delicatezza, facendo attenzione a non effettuare torsioni decise.

Lavaggio in lavatrice

Purtroppo, però, pulire le coperte a mano non è sempre fattibile. Quasi sempre si ripiega sulla lavatrice, perché più comoda e pratica. Sebbene non sia la scelta ideale quando si tratta di tessuti di lana, se opterai per questa soluzione, dovrai seguire alcune piccole regole.

  • Lava i tessuti di lana a basse temperature, 40°C al massimo.
  • Seleziona il programma specifico per la lana o, altrimenti, per i capi delicati.
  • Utilizza un detersivo specifico di qualità ed evita, se puoi, l’ammorbidente.

La lana è un tessuto che non stinge, per questo motivo potrai lavare coperte e plaid bianchi e colorati insieme. Una volta finito il lavaggio, dovrai stendere i plaid. In estate dovresti approfittare delle giornate soleggiate, per stendere la biancheria all’aria aperta. Durante l’inverno non è sempre possibile e bisogna provvedere dentro casa. L’importante sarà fare attenzione a non avvicinare la lana alle fonti di calore.

Coperte e plaid di pile

Pulire coperte pile richiede molte meno attenzioni. Se vuoi comunque evitare di commettere errori banali e ritrovarti con un plaid stopposo o pieno di irritanti pallini, meglio conoscere alcune semplici regole. Il pile mal sopporta le temperature alte, per cui lava ogni tessuto a una temperatura di massimo 40°C. Seleziona sempre il programma per capi delicati e ricordati di non aggiungere mai sbiancanti, candeggina o ammorbidente.

Come tutti i tessuti sintetici, il pile uscirà dalla lavatrice quasi del tutto asciutto. In ogni caso, potrai appoggiarlo sopra una fonte di calore senza la paura di sciuparlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.