Perla di Norimberga variegata: ecco come curare la pianta grassa più voluta

La perla di Norimberga variegata è la pianta grassa più voluta al mondo, per via del suo aspetto elegante e aggraziato. È la regina delle succulente e fa parte delle Echeverie, piantine grasse provenienti dall’America centrale dalle inconfondibile foglie carnose che formano una graziosa rosetta. Se la perla di Norimberga è una delizia per gli occhi, la versione variegata è un vero spettacolo! Le sue foglie hanno sfumature delicate e suggestive che vanno dal rosa al violetto e al verde.

Perla di Norimberga variegata: come curarla

Forse la più ricercata e collezionata delle piante grasse, la perla di Norimberga variegata è una succulenta davvero facile da curare, bisognosa di pochissime attenzioni. Frutto della sperimentazione di Richard Graessner di Perleberg, che nel 1930, incrociò due varietà messicane di Echeveria, la Gibbiflora metallica e la Potosina. Oltre alla sua indiscutibile bellezza, questa pianta grassa si contraddistingue per la sua crescita e fioritura generosi e un’incredibile capacità di riprodursi, per semi o talea.

Consigli di coltivazione

Come le sue parenti, anche la perla di Norimberga è una Echeveria poco esigente, sebbene un po’ più delicata. Ama stare al sole, anche a contatto diretto con i raggi solari. In estate ha bisogno di temperature che vanno dai 15 ai 21 C°, ma sopporta bene anche temperature più elevate. In inverno, invece, dovrà essere tenuta al riparo dalle gelate e dalle temperature sotto i 7 C°. Ciò che conta è garantirle tanta luce e aria. Se in estate sarà importante darle acqua a sufficienza, avendo cura di non lasciare pericolosi ristagni idrici, in inverno potrai ridurre l’apporto idrico.

In primavera, se la tua perla di Norimberga variegata ha radici molto sviluppate, dovrai provvedere con un rinvaso. La perla di Norimberga, come tutte le altre piante infatti, necessita di rinvasi periodici. Il procedimento sarà tutt’altro che complicato! Ti basterà procurarti un vaso abbastanza capiente e sistemare sul fondo pezzi di coccio, per evitare che il terreno o le radici impediscano il drenaggio dell’acqua: un possibile ristagno le sarebbe fatale! Il terriccio ideale per la perla di Norimberga variegata sarà quello utilizzato per coltivare le altre Echeverie. Un terreno specifico per Cactaceae con l’aggiunta di perlite o sabbia. Una volta al mese dovrai somministrarle del fertilizzante liquido specifico per le piante grasse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.