Cosa succede a chi mangia lenticchie con il diabete? Ecco la risposta

0
3

I nutrizionisti ripetono sempre più spesso: per aumentare l’aspettativa di vita, a volte è meglio abbandonare la carne e introdurre fonti proteiche vegetali. Poiché le lenticchie sono più facili da digerire, sono spesso consigliate alle persone con diabete. Gli accademici dell’Università della Catalogna hanno sottolineato che il rischio di diabete di tipo 2 può essere prevenuto aumentandone l’assunzione. Le lenticchie in particolare possono anche fornire benefici cardiovascolari negli anziani. Uno dei vantaggi delle lenticchie è la fibra e un basso indice glicemico.

Come accennato in precedenza, le lenticchie possono ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, ma le lenticchie non sono solo per questo effetto protettivo. In generale, i legumi come ceci, fave, lupini e lenticchie sono particolarmente adatti alle persone con diabete perché non vengono assorbiti immediatamente dall’intestino e riducono l’assorbimento dello zucchero, impedendo che la glicemia aumenti troppo. Inoltre, numerosi studi hanno dimostrato che anche il passaggio a cibi ricchi di proteine ​​o carboidrati può ridurre i livelli di zucchero nel sangue fino al 20%, evitando così gli alti livelli di zucchero nel sangue. Pertanto, ti consigliamo di ridurre le uova, il pane, il riso e le patate e di sostituirli con mezza porzione di lenticchie.

Quanti grammi di lenticchie mangiare?

In generale, le porzioni ideali per gli adulti sono 30 grammi di legumi secchi e 100 grammi di legumi freschi, ma possono comunque variare in base all’individuo e al suo stile di vita. In generale i legumi sono molto importanti, contengono straordinarie qualità nutritive. Consumarli non solo riduce lo sviluppo del diabete di tipo 2, ma anche di altre malattie come sovrappeso, obesità e varie altre malattie cardiovascolari.

Ti ricordiamo però che nei nostri approfondimenti puoi sempre trovare informazioni di carattere generale e se sei malato è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista che possa darti le indicazioni corrette. L’automedicazione è sempre sconsigliata e deve quindi essere seguita da un medico professionista.

Le persone con glicemia alta possono mangiare le lenticchie?

Numerosi studi hanno dimostrato che questi e tutti gli altri semi di leguminose hanno effetti benefici su questa condizione. L’abbassamento dei livelli di glucosio, specialmente durante i picchi di zucchero nel sangue postprandiali, è un obiettivo importante della dieta e della prevenzione della malattia diabetica nelle persone con diabete. Le lenticchie fanno assorbire i carboidrati più lentamente. In questo modo, non ci saranno picchi di glucosio. Avere livelli elevati per un tempo limitato può portare a una cattiva gestione della condizione. Mangiare lenticchie può ridurre il rischio di diabete.

Come abbassare la glicemia con le lenticchie?

Una ricerca canadese ha scoperto che aumentare la percentuale di lenticchie nella dieta può ridurre i livelli di zucchero nel sangue postprandiale. Lo studio ha testato l’effetto della parziale sostituzione di alcuni carboidrati comuni con le lenticchie. Ad esempio, sostituendo mezza porzione di riso, la glicemia può essere abbassata fino al 20%. Anche la sostituzione parziale delle patate con questi fagioli ha comportato una riduzione del 35%.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here