Storie

Crea un vulcano di Coca Cola: ecco cosa è successo

Molti conoscono la reazione chimica che creano le caramelle Mentos messe dentro una bottiglia di Coca Cola. Ma c’è chi ha fatto di più. Lo youtuber russo Maxim Monakhov ha voluto realizzare un insolito esperimento per creare un vulcano con 10.000 litri di Coca Cola. Scopriamo di cosa si tratta.

Un vulcano di Coca Cola

Lo youtuber russo Maxim Monakhov ha creato un vulcano di Coca-Cola da 10.000 litri le cui fasi di realizzazione sono state documentate, filmate e messe su YouTube ottenendo bene oltre 8 milioni di visualizzazioni.

Il ragazzo ha costruito un recipiente gigante, si è procurato un quantitativo di bottiglie di Coca-Cola per avere in totale 10.000 litri e altrettanta soluzione di bicarbonato di sodio come reagente per l’esplosione del vulcano. Il tutto è stato organizzato come un vero e proprio esperimento scientifico completo di team di supporto.

Le fasi dell’esperimento

Nel video realizzato dal giovane youtuber è stata documentata ogni singola fase dell’esperimento, proprio come in un vero documentario. Si parte dalla spiegazione iniziale, all’assemblamento del grande recipiente che dovrà contenere la Coca Cola fino alla creazione del comparto per il bicarbonato di sodio. Viene poi trasportato il tutto in un’area verde lontana dall’abitato e azionato il vulcano, il cui risultato è un’esplosione di Coca Cola.

Il bicarbonato nella Coca Cola

Certo molti conoscevano la reazione di particolari caramelline dentro una bottiglia di Coca Cola e qualcuno forse aveva idea anche del bicarbonato. Ma nessuno aveva ancora provato a fare un esperimento in grande realizzando addirittura un vulcano esplosivo. Maxim Monakhov ha avuto questa idea che sicuramente ha portato successo e visualizzazioni al suo canale youtube. Ma come si suol dire, “bambini non fatelo a casa!”.
Meglio non cimentarsi nel tentativo di mettere il bicarbonato nella Coca Cola con il rischio di correre il pericolo di gravi incidenti domestici.

Related posts

Perde i vestiti e chiama i carabinieri, “sono stato rapinato”. Ma era tutto inventato

Dani

Graffiti sulla scogliera per una foto su instagram, influencer costretta a scusarsi

Dani

Oggetti smarriti: all’ufficio di Trento approdati due violini

Dani