Salute

I cachi conservati in frigo fanno bene? La verità che pochi sanno

I cachi conservati in frigo fanno bene? Se ti stai ponendo questo interrogativo, in questo articolo puoi trovare la risposta e scoprire maggiori informazioni in merito a un frutto estremamente popolare.

Cachi: i benefici

Il cachi – sì, la forma corretta del singolare è ‘cachi’ e non ‘caco’ – è un frutto originario dell’Asia. Noto in Europa dal XIX secolo, si contraddistingue per numerosi e importanti benefici. Tra i motivi per cui è apprezzato rientra la polpa. Ricca di zuccheri, ma anche di proteine vegetali e di vitamine – soprattutto vitamina A e vitamine del gruppo B – è una vera delizia!

Il cachi viene raccolto soprattutto in ottobre quando è ancora acerbo e, generalmente, si presenta con un colore tra il giallo e l’arancione. In questo momento, però, la polpa è eccessivamente dura e oggettivamente immangiabile.

Per essere precisi, quando si parla del cachi si inquadrano diverse varietà. Una delle più famose è quella israeliana, nota come caco mela. Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei motivi per cui i cachi fanno bene alla salute. Tra queste è possibile citare la presenza di un’importante quantità d fibre, che rende i frutti particolarmente favorevoli all’attività intestinale. Le fibre, inoltre, permettono di inibire l’assorbimento del glucosio e del colesterolo alimentare, con vantaggi concreti relativi alla prevenzione del diabete e a quella di problemi cardiovascolari.

Come conservare i cachi

A questo punto, è naturale chiedersi come mantenere i cachi e se quelli conservati in frigorifero fanno bene. La prima cosa da dire è che il cachi va conservato in frigo solo se è molto maturo. In caso contrario, la cosa giusta da fare è lasciarlo maturare a temperatura ambiente. In questo frangente, bisogna tenere conto di un lasso di tempo compreso fra i 2 e i 3 giorni. Attenzione: per conservare il cachi a temperatura ambiente nel migliore dei modi, è opportuno tenerlo appoggiato sul lato del picciolo.

Cosa fare quando il cachi è molto acerbo? In questi frangenti, una buona idea può essere quella di conservarlo in un sacchetto di carta assieme a una mela o a una banana. Questi frutti, dal momento che emanano etilene, rappresentano degli alleati speciali della maturazione del cachi.

I cachi conservati in frigorifero, come abbiamo visto, fanno bene solo se sono maturi. Facciamo altresì presente che questi frutti possono interferire con l’effetto degli antipertensivi, motivo per cui, prima di assumerli, è opportuno chiedere consiglio al proprio medico curante.

Related posts

Attenzione a magiare arachidi: “possono uccidere!”

Federico Curcio

Chi mangia finocchio non muore mai: ecco cosa significa

Federico Curcio

Collutorio nel water: ecco perchè dovresti gettarlo sempre

Beatrice Verga