Italia

Cesenatico, menato a sangue perché è gay

Francesco, 29 anni, vive nella provincia di Forlì- Cesena in Emilia Romagna, il giorno del suo compleanno, il primo di Febbraio, è stato aggredito in modo aggressivo, all’Energy, un locale, dove vi era una serata “Gay Friendly”, molto famosa in zona.

Francesco è stato accerchiato da un gruppo di ragazzi aggressivi, erano in sette, più una donna, riempito di insulti e picchiato in faccia, sulla mascella, sul naso ed in altri parti del corpo, è stato operato in codice rosso. Lo hanno insultato con parole omofobe, nessuno li ha fermati, solamente una passante, che ha visto la brutale scena. Lo ha strappato dagli aggressori, in quanto sanguinava.

Ha riportato fratture al setto nasale, all’arcata superiore dentale ed un trauma interno, operato d’urgenza.
Ha denunciato l’accaduto alla polizia, sono state aperte le indagini, che hanno già identificato alcuni aggressori, noti alle forze dell’ordine.

E’ assurdo pensare che possano accadere tali avvenimenti nel 2020, Francesco non si sente al sicuro, anzi in pericolo costante, per tanto chiede delle leggi in difesa nei confronti di chi riceve tali attacchi.

Related posts

Percepiva il reddito di cittadinanza ma vendeva frutta abusivamente

Silvia Randazzo

Scatta l’allerta rossa su tutta la Liguria

Silvia Randazzo

Bonus docenti cambiato: a decidere non sarà più il dirigente scolastico

Silvia Randazzo