Storie

Il gelato più pericoloso al mondo, “500 volte più piccante della salsa al tabasco”

Estate tempo di gelati. Ce ne sono davvero per tutti i gusti. Si ha memoria persino di un gelato gusto Puffo. Di che colore? Blu, ovviamente.

Poi ci sono quelli gusto frutta, persino quelli gusto verdura, ma comunque freschi e piacevoli al palato.

In realtà, pare ci sia stato anche un gusto di gelato pericoloso, sempre agli ortaggi, ma con effetti addirittura devastanti, tanto da essere servito solo ai maggiorenni.

Un gelato “pericoloso”

È accaduto ormai due anni fa a Glasgow, dove l’Aldwych Cafe and Ice cream Parlor ha iniziato a servire il Respiro del Diavolo. Aspetto invitante, a dire il vero, rosso e con le caratteristiche onde.

Se lo si trovasse ancora in giro – e non se ne ha notizia – ci sarebbe proprio da assaggiarlo. O forse no.

I suoi creatori sottolinearono che si trattava di un gelato 500 volte più piccante della salsa al tabasco. Nel maneggiarlo, il personale era costretto ad usare i guanti a causa dell’alto potere irritante del gelato, non solo per la lingua ma addirittura per la pelle. Chi lo mangiava doveva firmare una dichiarazioni in  cui esonerava il locale da eventuali responsabilità, come quella, appunto, di riportare lesioni alle papille gustative, come accade, ad esempio, quando si mangia qualcosa di troppo caldo.

Un’esperienza per coraggiosi

Insomma, un gelato al peperoncino per un’esperienza destinata a palati forti, stomaci robusti, veri e propri coraggiosi. Pare, peraltro, che il proprietario del locale, Martin Bandoni, abbia utilizzato una antica ricetta italiana sulla quale, ai tempi, vigeva il massimo riserbo.

Si è trattato, in fin dei conti, di una brillante trovata di marketing in occasione del San Valentino del 2018, dati i poteri – così si dice – afrodisiaci del piccante. Non si sa se, però, la cosa sia stata riproposta.

La curiosità, si sa, è tanta e può attirare la clientela. Chi ha voglia di provare provi a contattare il locale su facebook (da cui abbiamo preso la foto). In alternativa provi con stracciatella, nocciola e pistacchio. Non sarà originale, ma il gusto della tradizione è irresistibile.

 

Related posts

Adotta un “gattino” abbandonato, ma è un puma: trasferito in un centro

Dani

2020 terribile, ora c’è anche l’asteroide. Gli esperti: “Pericolo relativo”

Dani

Sofia, neonata da record: per lei l’amore di nove nonni

Dani