Allerta per vento e burrasche in tutta Italia

Italia flagellata dal maltempo nel weekend che porta al Natale: la tempesta Fabien arrivata dall’Atlantico ha portato bufere di vento che hanno abbattuto gli alberi, allagamenti e frane, con vittime, danni e intere zone isolate, il tutto mentre le temperature sono fino a 10 gradi sopra le medie stagionali. La situazione meteo resta di allerta per l’arrivo di nuove piogge e temporali sulle regioni meridionali e venti forti sul resto del Paese.

Venezia
L’acqua alta a Venezia ha toccato i 144 centimetri d’altezza sul medio mare alle 9.40. Lo rende noto il Centro maree del Comune in base alle rilevazioni delle varie centraline poste in città, in particolare di Punta della Dogana davanti a San Marco, e alle bocche di porto. Si tratta di una marea eccezionale che ha coperto il suolo della città lagunare per il 60%. Le previsioni avevano annunciato una quota possibile di 150 centimetri ma le condizioni meteo del vento in Adriatico hanno ridotto la spinta dell’acqua verso la città.
Calabria
La violenta ondata di maltempo che ha portato con se’ venti molto forti, anche superiori ai 100 chilometri orari, e nubifragi, ha provocato danni e disagi su buona parte del territorio calabrese. Molti i centri colpiti. Violente mareggiate hanno investito l’intera costa tirrenica. La circolazione ferroviaria e’ rallentata,con ritardi fino a 50, minuti, lungo la ferrovia, fra Reggio Calabria e Lamezia Terme (Cz). Le forti mareggiate hanno danneggiato impianti e infrastruttura ferroviaria in piu’ punti, fra Cannitello e Bagnara, Rosarno e Mileto e Vibo-Pizzo e nella stazione di Gioia Tauro.
Palermo-Messina
Circolazione ferroviaria sospesa sulla linea Palermo-Messina, per l’eccezionale ondata di maltempo che sta interessando la Sicilia. Le forti mareggiate hanno provocato, nella notte, l’erosione di oltre 100 metri di massicciata fra Capo d’Orlando e Brolo e danni agli impianti nella stazione di Brolo. I tecnici di Rete ferroviaria italiana si sono recati sul posto in attesa che le condizioni meteo consentano l’inizio dei lavori di ripristino dell’infrastruttura. Attivato un servizio sostitutivo con bus fra le stazioni di Sant’Agata di Militello, Patti e Brolo per il servizio regionale, e fra Palermo e Messina per i treni a lunga percorrenza.
Palermo
A Palermo è stata una notte difficile con alberi abbattuti, cartelloni, grondaie cadute e pezzi di cornicioni finiti per strada. I Vigili del fuoco di Palermo hanno fatto oltre quaranta interventi in città a causa della tempesta di vento che si è abbattuta ieri sera su tutta la provincia. Si registrano danni ma, per fortuna, nessun ferito.
Liguria
Divieto di transito ai veicoli a due ruote, mezzi telonati e furgonati sulla sopraelevata “Aldo Moro”; chiusura al pubblico di giardini e parchi storici comunali e chiusura al pubblico dei cimiteri presenti sul territorio comunale. Sono alcune delle misure in vigore per oggi in Liguria per l’atteso vento di burrasca forte emesso dal centro funzionale meteo-idrologico di Protezione civile della Regione Liguria per la zona B del Comune di Genova.
Isole Eolie
Sono ancora isolate le Eolie a causa del mare forza 7 e del vento che per tutta la notte ha soffiato a 80 chilometri. Acquacalda, borgata di Lipari, è sferzata dal vento e dalle mareggiate. Il mare ha allagato le case di San Gaetano. Fermi aliscafi e traghetti a Milazzo dove sono bloccate circa 200 persone tra isolani, villeggianti, turisti, pendolari e i medici che dovevano dare il cambio ai colleghi. Diversi anche i camion carichi di derrate alimentare che dovevano raggiungere le isole per i rifornimenti in vista del Natale, rimasti fermi a Milazzo.
Napoli
La regione più colpita è la Campania per la quale il governatore, Vincenzo De Luca, chiederà al governo la dichiarazione dello stato di calamità. Alla periferia di Napoli un 62enne di origine marocchina è morto schiacciato da un albero abbattuto dal vento. In Irpinia a San Martino in Valle Caudina, la piazza centrale è stata sollevata dal Caudino, un torrente tombato “esploso” a causa di una frana sul monte Mafariello che lo ha riempito di detriti. Sulla costiera amalfitana terza frana in 9 giorni a Vettica, nel comune di Amalfi. L’intera area è in emergenza a causa del pericolo di smottamenti che incombe sulle strade che collegano i paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.